Glossario dei termini catastali

« Torna alla pagina principale delle visure catastali on line
Visura catastale Documento fornito dall'agenzia del territorio (ex catasto) in cui risultano i dati identificativi dell'immobile (comune, indirizzo, foglio particella subalterno), i dati fiscali come la rendita catastale, i nomi e codice fiscale di tutti i soggetti che vantano diritti reali, i riferimenti degli atti notarili da cui derivano le informazioni presenti nella visura.
Esempi di visure catastali .:. Richiesta visure catastali
Cancellazione di ipoteca La cancellazione di ipoteca, totale o parziale, avviene quando il debitore ha estinto il suo debito con il creditore (ad es. quando si finisce di pagare un mutuo) ed Ŕ sancita formalmente con la trascrizione della cosiddetta "annotazione di cancellazione", di norma collegata all'iscrizione ipotecaria originaria.
Negli anni passati banche ed istituti di credito erano soliti non trascrivere le cancellazioni di ipoteca, anche dopo l'estinzione del debito, oggi invece vige l'obbligo di comunicare la cancellazione alla conservatoria di norma entro 30 giorni.
Per verificare la cancellazione di ipoteca si puo' richiedere un visura ipotecaria, oppure una visura per nota se si conoscono gli estremi (n░ di registro e anno)
Catasto ordinario Ufficio dell'agenzia del territorio, di norma provinciale, che procede all'archiviazione e alla consultazione delle informazioni catastali tramite visure telematiche o ispezioni cartacee allo sportello. Si rivolge sia a privati che a professionisti abilitati (geometri, notai..). E' un ufficio con finalitÓ prevalentemente fiscali, pertanto le informazioni di proprietÓ degli immobili non hanno normalmente valore legale, si dice infatti che il catasto non è probatorio, anche se ultimamente si sta cercando di renderlo probatorio anche grazie all'informatizzazione e affidabilità degli archivi catastali.
Catasto tavolare Il catasto tavolare vige in provincia di Trieste, Gorizia, Trento, Bolzano, edin alcuni comuni in provincia di Udine, nel comune di Pedemonte (Provincia di Vicenza), nei comuni di Magasa e Valvestino (Provincia di Brescia) e in alcuni comuni in prov. di Belluno (ad esempio Cortina d'Ampezzo). Si differenzia dal catasto ordinario principalmente per la modalitÓ di archiviazione delle informazioni catastali, che nel catasto tavolare hanno efficacia costitutiva, oltre che probatoria, anche ai fini dei trasferimenti immobiliari, come disposto dal Decreto 28 marzo 1929, n. 499
Non Ŕ possibile effettuare visure catastali per il catasto tavolare presso l'agenzia del territorio (ex catasto), di norma i documenti sono infatti depositati ed ispezionabili presso gli appositi uffici del comune di competenza.
Codice Catastale Il codice catastale è stato istituito per identificare univocamente i comuni in forma abbreviata, come avviene per le province. E' presente spesso nelle visure catastali ma anche nel codice fiscale personale (ultime 3 lettere prima dell'ultima lettera di controllo)Consulta l'elenco dei codici catastali.
Visura ipotecaria Visura, con valore legale, ottenuta presso la Conservatoria dei registri immobiliari, che permette la consultazione in ordine cronologico di tutti gli atti (compravendite, gravami, successioni..) relativi ad un determinato immobile o soggetto. Le informazioni depositate in conservatoria hanno di norma valore legale, soprattutto per quanto riguarda i diritti reali e i gravami sugli immobili censiti.
Esempi di visura ipotecaria .:. Richiedi visura ipotecaria
Fabbricato rurale I fabbricati rurali sono quelli comunemente adibiti alle attività agricole, quindi rimesse per attrezzi, depositi agricoli, stalle.. Normalmente i fabbricati rurali sono censiti al catasto terreni, e per questo non Ŕ quasi mai previsto il numero di subalterno.
Foglio catastale Ogni comune viene suddiviso in fogli di circa 1kmq, spesso raggruppati in sezioni, che corrispondono di norma a una frazione cittadina. Il foglio Ŕ dunque la prima suddivisione che permette di restringere un'area geografica all'interno del comune: ogni immobile Ŕ individuato da comune, foglio, particella (vedi sotto) e in caso di fabbricato anche un di un subalterno (interno). Il foglio Ŕ indicato nella visura catastale e nell'atto di acquisto di un immobile.
Particella catastale Ogni foglio catastale è diviso in particelle: una particella di norma rappresenta un fabbricato (edificio) o un terreno o porzione di terreno. La particella rappresenta dunque la singola unità immobiliare, che nei fabbricati e' ulteriormente suddivisibile in subalterni (es. interni, pertinenze, box..). La particella è indicata nella visura catastale e nell'atto di acquisto di un immobile.
Subalterno catastale Molto spesso un fabbricato (identificato dalla particella) la particella Ŕ ulteriormente suddivisa in subalterni, che identificano ad esempio gli interni di un condominio, i garages, gli spazi comuni, etc. Il subalterno e' dunque la minima unità immobiliare in cui si può suddividere un fabbricato.
- In alcuni casi una unitÓ immobiliare a seguito di modifiche va ad occupare pi¨ subalterni formando un'unica unitÓ, in questo caso si parla di subalterni graffati (nella visura catastale in questi casi si vedono due valori di subalterno uno sotto l'altro).
- E' molto frequente che un subalterno venga modificato/riassegnato a seguito di riaccatastamenti o aggiornamenti catastali, in questi casi nella visura catastale sul vecchio subalterno compare la dicitura "il subalterno e' stato soppresso, la soppressione ha generato is eguenti immobili....foglio..particella..subalterno.."
Trascrizione La trascrizione Ŕ l'atto con cui viene appunto trascritto in conservatoria un atto di compravendita o altro atto che trasferisca diritti reali su un immobile (es. compravendite, successioni, ipoteche, etc).
La trascrizione Ŕ anche chiamata iscrizione, quando si riferisce a ipoteche o gravami ("iscrizione di ipoteca"), oppure annotazione quando viene fatta un'aggiunta ad un atto giÓ registrato (es. cancellazione di ipoteca)
Variazione catastale Si ha variazione catastale nei casi di
- frazionamento, fusione, ampliamento, demolizione totale o parziale di immobili
- cambiamento della destinazione ad esempio da ufficio a casa, da box a negozio..