Discussione: uso gratuito terreno agricolo

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

fance
Utente registrato
18/10/2008
12:05:21
Sono nuovo del forum e vi volevo sottoporre una domanda per un consiglio.
Ho un terreno agricolo di pochi ettari con nessuna coltivazione al suo interno.
La manutenzione ordinaria di detto terreno risulta impegnativa e onerosa per me, tanto che avrei intenzione di affidarlo a titolo gratuito a qualcuno che potesse curarlo.
Non pretendo alcun compenso per questo, mi basterebbe che qualcuno si occupasse di tenerlo pulito.
Se un coltivatore diretto ne fosse interessato per farne coltivazione di erba medica, è consigliabile affidarglielo con accordo verbale?
Perchè ho visto leggendo qua e là che i contratti di affitto, o comunque quelli registrati alla coldiretti hanno durata minima di 15 anni.
Che può accadare se avessi necessità di riappropriarmene per usufruirne/venderlo? Potrei avere dei problemi? Il coltivatore potrebbe accampare dei diritti?
Quali leggi regolano questa tipologia di accordi fra le parti?
Grazie mille della cortese attenzione.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10191 interventi
18/10/2008 15:15:46
Qualsiasi contratto stipulato tra le parti prevede vincoli precisi.
Attenzione alla possibilità di usucapione ventennale, insomma dopo 20 anni (senza il pagamento di un canone) il terreno diventa di proprietà del conduttore.

Il consiglio è quello di sottoscrivere almeno una "scrittura privata" tra le parti dove si indica almeno un canone "simbolico" di 1 Euro all'anno da corrispondere però con documento certo (assegno, bonifico, ecc. non in contanti per i quali non resta traccia).

Rispondi


fance

Utente semplice
1 interventi
20/10/2008 18:32:13
Grazie mille delle informazioni.
Un'ultima domanda, nel caso venga redatta una scrittura privata, come da Lei suggerito, ci possono essere problemi per far cessare il rapporto di uso del terreno? Il fatto che sul terreno venga attivata una coltivazione di erba medica potrebbe portare a maggiori problemi in proposito? Grazie ancora per la disponibilità

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
20/10/2008 21:07:42
La richiesta di cessazione della conduzione può essere inoltrata alla scadenza naturale indicata dagli usi locali.

Anche la tipologia di coltivazioni deve essere comunicata al legittimo proprietario.

Su queste problematiche può essere utili farsi consigliare da un'associazione di agricoltori.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
ex tralicci in un appezzamento agricolo
terreno in comproprietà
usucapione di porzione di terreno di un condominio attiguo
riparazione tubazione acqua potabile che passa sotto terreno altrui proprietà
atto acquisto terreno
comodato d'uso gratuito
ici-imu su comodato d'uso gratuito
contratto locazione a titolo gratuito, conviene?
detrazione per ristrutturazione e comodato gratuito
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading