Discussione: posizionamento impianti aspitrazione fumi/vapori cucine

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
07/11/2005
11:12:57
Buongiorno. Qualcuno può cortesemente dirmi se gli impianti di aspirazione di fumi e vapori della cucina di un ristorante possono essere posizionati - praticamente ad altezza d'uomo -all'interno di una strada privata ad uso pubblico?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10155 interventi
07/11/2005 12:55:12
Buongiorno Sceila

Il privato, come te, può entrare nel merito del rispetto delle distanze.
Se lo scarico fosse posizionato vicino a finestre, porte, luci, a distanza inferiore rispetto a quanto prevede il Codice, lo stesso sarebbe illegale.

Normalmente la legge prevede lo scarico dei "fumi" con conduttura fino al tetto.
Devi però controllare che lo scarico sia realmente di fumi e non di semplici "odori" (ricambio aria).
Ti consiglio di recarti presso l'apposito ufficio tecnico comunale per controllare le norme locali imposte dal tuo comune.

Qui trovi le norme sulle distanze:
Distanze

Saluti

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
08/11/2005 10:02:30
Ringrazio Clainstron e mi permetto di aggiungere una domanda: ma se si tratta di "semplici odori" considerato che questi potrebbero essere qualificati come immissioni...dovrei rivolgermi alla ASL per farne verificare l'eventuale intollerabilità?
Buona giornata.

Rispondi


claistron

Staff
10155 interventi
08/11/2005 13:32:39
Buongiorno Sceila

Se ritieni che i fumi (odori) superino il limite massimo di tollerabilità puoi rivìolgerti all'ASL locale (se è dotata della struttura necessaria agli accertamenti) oppure all'ARPA regionale, chiedi informazioni direttamente ai rispettivi uffici.

Prima di prendere qualsiasi iniziativa ti consiglio di leggere attentamente l'art. 844 del C.C. specialmente il secondo comma.

844 Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi [ 890, 949; 674 c.p.].
[II]. Nell'applicare questa norma l'autorità giudiziaria deve contemperare le esigenze della produzione con le ragioni della proprietà. Può tener conto della priorità di un determinato uso.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
responsabilità dell'amm. per scopertura manutenzione impianti antincendio
inserimento di acque di pluviale in colonna scarico cucine(acque grigie)
riduzione unilaterale volume tecnico impianti in condominio
posizionamento stufa a pellet
certificazione energetica e sicurezza impianti
certificazione impianti abitazione anni 80
posizionamento contatori acqua
posizionamento e altezza canna fumaria
posizionamento sedie davanti al bar
sicurezza impianti nel contratto di locazione
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading