Discussione: perdita d'acqua e amministratore latitante

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

cirolo
Utente registrato
04/08/2008
14:31:31
A fine giugno l'amministratore di condominio della mia casa vacanze mi comunica che la propietaria
dell'appartamento sotto il mio ha riscontrato da maggio una macchia sul soffitto in corrispondenza
al mio bagno.
Abbiamo chiesto all'amministratore di comunicare alla signora del piano di sotto (di cui non conosciamo gli estremi)
di inviarci una raccomandata con la descrizione di quanto accaduto con la richiesta di risarcimento danni
e alcune foto da poter inviare alla nostra assicurazione privata al fine di poter avviare la pratica di
sinistro. Abbiamo spiegato che tale documentazione era indispensabile per poter dare l'avvio ai lavori e
per ottenere il risarcimento. Abbiamo ricevuto solo le foto via e-mail.
Alchè venerdi' 1 agosto abbiamo mandato una e-mail all'amministratore segnalando che non avevamo ancora ricevuto nessuna
comunicazione e che questo avrebbe, per forza di cose , tardato l'avvio dei lavori.
Ci ha telefonato inviperito dicendo che avrebbe chiamato i Carabinieri perchè nello sgabuzzino della signora di sotto
continua a scendere acqua e noi non abbiamo provveduto ad effettuare i lavori.
Come dobbiamo comportarci?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10202 interventi
05/08/2008 00:25:30
Ha ragione l'amministratore.

Il primo tuo dovere è quello di bloccare la perdita incaricando un idraulico di fiducia ad intervenire per risolvere il problema essendo la causa insita nella tua proprietà privata.

I problemi con la tua assicurazione li risolverai tu, non devi coinvolgere il proprietario sottostante.

Per l'assicurazione di solito bastano le foto, la descrizione del professionista e la sua fattura.

Se non intervieni immediatamente, il sottostante avrebbe il diritto di richiederti oltre alla riparazione ed il risarcimento dei danni subiti, anche i danni esistenziali, dovendo egli continuare a vivere in un appartamento in cui continua a "pioverci dentro"!

Rispondi


cirolo

Utente semplice
1 interventi
06/08/2008 16:54:51
Stamattina abbiamo fatto aprire il bagno e l'idraulico ci ha riferito telefonicamente di aver rilevato che la perdita è sulla colonna montante e di aver visto che è una cosa comunque vecchia e di aver evidenziato 2 precedenti interventi (non risolutivi) che cercavano di deviare la perdita nella cabina dei contatori e non so in che stanzino. (io ho acquistato l'appartamento da pochi anni). Ha comunque detto di aver fatto le foto. Ma secondo voi il problema è mio o del condominio? Se è del condominio e il mio bagno non viene ripristinato come era prima posso chiedere pure io i danni?
Come?

Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
06/08/2008 21:07:06
Se il problema non riguarda la tua proprietà, ma è causato dalla colonna verticale, allora la spesa per la riparazione dovrà essere suddivisa tra coloro che utilizzano questa specifica colonna montante.

Ho precise sentenze di Cassazione in merito, collegati qui:

http://www.overlex.com/condominio_consulenza.asp

Rispondi


TRUSTEE

Utente avanzato
59 interventi
08/08/2008 13:48:09
In un condominio da me amministrato è avvenuta la rottura della colonna verticale provocando una infiltrazione di acqua in un appartamento indipendente (cioè posto nello stesso stabile ma con la tubazione dell'acqua indipendente e di fatto estraneo al condominio). L'unica "colpa" di questo condomino è che la colonna verticale che serve gli appartamenti sopraelevati passi nella sua proprietà.
In questo caso, oltre ai condomini serviti dalla citata colonna (lato dx del palazzo), nella spesa deve contribuire al il proprietario dell'appartamento suddetto??
saluti

Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
08/08/2008 14:50:25
In questo caso "NO".

Il condómino in oggetto subisce una servitù di passaggio tubazioni nella sua unità immobiliare, ma non servendosene, non ne è interessato alla manutenzione e riparazione ai sensi del 3° comma del 1123.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
condominio e b&b ; segnalazioni all'amministratore delle presenze
subentro amministratore
durata gestione e compenso amministratore condominio
amministratore segretario in assemblea
compiti e responsabilità amministratore d.l.124/2019
responsabilità dell'amministratore per lavori ordinari/straordinari
amministratore che non vuole allegare al verbale gli allegati
bilanci non presentati per 7 anni dal precedente amministratore
amministratore con bancoposta
dimissioni dell'amministratore prima del bilancio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading