Discussione: installazione caldaia esterna

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

carola
Utente registrato
05/06/2008
09:19:53
ciao a tutti. ho appena comprato una casa al piano terra e, dopo aver chiesto più volte all'amministratore di convocare un'assemblea per ottenere l'autorizzazione per una installazione caldaia esterna (dato che sto risturtturando casa), questi mi risponde che non aveva tempo per convocare un assemblea e mi da un foglio con tutti i nominativi dei condomini dicendomi di far firmare da loro l'autorizzazione all'installazione. Dopo aver ottenuto la maggioranza delle firme procedo così a consegnare il foglio firmato all'amministratore e inizio i lavori di installazione caldaia che si affaccia sul cortile interno del condominio. Dopo aver finito i lavori l'amministratore su sollecitazione dei condomini convoca un assemblea (dopo 3 mesi dalla mia richiesta) durante la quale dopo una lite accesa con loro questi mi dicono che non avevano capito il motivo della loro firma benchè fosse scritta chiaramente in calce al foglio e che erano decisamente contrari all'installazione esterna perchè era assolutamente necessaria una delibera in merito. Così viene deliberato che entro un mese devo togliere la caldaia e metterla all'interno dell'appartamento comportandomi così ingenti spese economiche (rivestimento cucina, spostamento tubature, arredamento cucina ecc.). Considerando che nel palazzo ci sono installate sia caldaie esterne (ai muri dei balconi) che climatizzatori anche sul muro perimetrale senza che sia stata richiesta un'autorizzazione, e che al momento sto procedendo a rimuovere la mia caldaia per metterla dentro casa, mi chiedo se ho la possibilità di riscattarmi da questa loro cattiveria e se posso far rimuovere tutte le installazioni non autorizzate che anche loro hanno sui muri perimetrali. Quello che più mi da fastidio in tutto questo è che hanno aspettato che finissi i lavori per farmi togliere tutto. L'amministatore ha anche negato durante l'assemblea che lui era favorevole all'installazione e che mi aveva suggerito lui personalmente di avere le firme dai condomini. Tutti i condomini hanno anche detto che le installazioni "non autorizzate" presenti sui muri perimetrali potevano rimanere perchè vige il silenzio-assenso degli altri condomini ai quali evidentemente non ne da fastidio la presenza. Nel mio casdo invece la caldaia sul cortile era un pericolo per i bambini ma anche una bruttura architettonica. Ma allora perchè l'ammin. mi ha detto di fare così per poi negare tutto? Come posso difendermi?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10230 interventi
05/06/2008 13:36:11
Il documento di accettazione in tuo possesso non è sufficiente.

Dovevi ottenere l'unanimità delle firme, oppure l'asssenso della "maggioranza, ma solo in assemblea.

Insomma, un proprietario non consultato e non a conoscenza della tua iniziativa non ha potuto validamente opporsi all'installazione durante una regolare assemblea e soprattutto non ha potuto impugnare una eventuale deliberazione nei termini dei 30 gg previsti dal Codice.

Quindi il documento con le firme in tuo possesso può essere considerato "carta straccia".
Sei stato consigliato male, avresti dovuto consultarti "prima" con gli esperti del forum.

Ora cerca di trovare un accordo in qualsiasi modo con il condominio, altrimenti dovrai ottemperare alla legittima deliberazione.

(le sentenze di Cassazione ti sono contrarie)

Rispondi


carola

Utente semplice
1 interventi
06/06/2008 10:35:36
infatti mi sono resa conto che non potevo farci nulla e quindi ho rimosso la caldaia con grande dispiacere perchè se l'amministratore mi avesse detto che l'iter da lui proposto era irregolare avrei scelto un'altra strada da fare, invece il suggerimento delle firme è venuto proprio da lui ed è questo quello che mi ha davvero infastidito.
Ma la mia domanda adesso è questa: tutte le caldaie e climatizzatori montati esternamente sia sui muri perimetrali che sui balconi è vero che possono rimanere ugualmente anche se non è stata richiesta autorizzazione e che se nessun condomino si è lamentato hanno il diritto di rimanerere installate? Posso far rimuovere tutte le installazioni non autorizzate chiedendo all'amministratore copia contratto condominiale e copie verbali autorizzazioni di tutte le installazioni già esistenti sul muro perimetrale (caldaie, motori aria condizionata, antenne paraboliche) dopodichè verificando la mancata autorizzazione (perchè già so che non è stato mai deliberato niente in precedenza) è vero che vige il silenzio assenso tra i condomini cioè se non da fastidio possono rimanere? Insomma quale strada devo percorrere per far sì che la legge sia uguale per tutti i condomini e non sia solo io a doverla rispettare? Posso far causa e in quale modo e verso chi?

Rispondi


claistron

Staff
10230 interventi
06/06/2008 18:33:29
Certo che puoi invocare questo tuo diritto di non vedere la facciata condominiale deturpata da instyallazioni non regolarmente autorizzate.

Ho precisi riferimenti normativi e giurisprudenziali proprio su questo argomento che potresti far valere, collegati qui:

http://www.overlex.com/condominio_consulenza.asp

Rispondi


michele

Utente semplice
1 interventi
20/09/2015 21:39:18
Buongiorno, io diversi installare sul mio balcone una tettoia per ovviare ai pesdimi lavori fatti al momento della costruzione del balcone che ne permettono l'infiltrazione dell'umidità nelle pareti adiacenti durante i periodi di pioggia. Perso atto che in otto anni non ho mai visto convocare un'assemblea condominiale, mi chiedevo se una mia richiesta all'amministratore con una eventuale dicitura in cui viene esplicitamente detto che in caso di mancata risposta entro 30 giorni la richiesta si intende sccolta, possa essere ritenuta come titolo autorizzativo o meno e in caso negativo cosa dovrei fare?

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
installazione citofono cancello condominiale
ripartizione spesa installazione nuovo autoclave.
caldaia e stendibiancheria in giardino privato
soppressione caldaia condominiale
installazione porte tagliafuoco
informazioni da richiedere per verifica consumi dopo installazione ripartitori
caldaia in condominio
installazione nuova canna fumaria.
colonna montante esterna
mancata sostituzione caldaia vetusta locatore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading