Discussione: Adeguamento ISTAT locazioni commerciali

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

martida
Utente registrato
26/05/2008
21:48:24

Ciao a tutti.
Vorrei sapere se, in assenza di previsioni contrattuali e di accordi tra le parti, sia corretto aggiornare il canone di locazione (uso ufficio) in base all'indice ISTAT del mese precedente a quello di decorrenza contrattuale (es. decorrenza 01/06/2005 ed indice applicato dal 01/06/2006 è 05/2006).
Ovviamente ferme restando le previsioni della 431/1998 e del DM del 2005 (non ricordo ghli estremi precisi) che prevedono l'indice dei 2 mesi precedenti.
Grazie a tutti.
Dario



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10201 interventi
27/05/2008 07:36:04
La legge di riferimento è ancora la vecchia 392/78, la modalità è qui indicata.
Se nel contratto è previsto l'adeguamento "automatico" annuale, non vi è necessità di richiesta da parte del locatore.
L'aumento decorre dalla data di ricorrenza annuale del contratto e deve essere presa in considerazione la variazione precedente immediatamente disponibile, quindi quella pubblicata nel mese precedente.

Rispondi


amministratore76

Utente semplice
5 interventi
30/05/2008 09:53:25
Legge vecchia!!! Io personalmente modificherei la norma dando piena ed esclusiva libertà alle parti. Senza alcun vincolo. Se uno decide e l'altro accetta, ben per loro. La legge tutela molto di più l'inquilino e non il proprietario.

Rispondi


claistron

Staff
10201 interventi
30/05/2008 11:00:36
Se il contratto è gia in vigore c'è poco da modificare fino almeno alla scadenza naturale della locazione.
Il riferimento "attuale" è ancora la 392/78 salvo pattuazioni diverse sottoscritte tra le parti.

Rispondi


mercolrenzo

Utente avanzato
18 interventi
31/05/2008 16:59:30
in ogni caso in base alle legge 118/85 l'istat non puo' superare il valore del 75%,annuale ,se convenuto,contrariamente alle destinazioni abitative

Rispondi


claistron

Staff
10201 interventi
31/05/2008 21:06:47
Infatti nell'art. 32 della 392/78 che ho indicato sopra, questo vincolo è citato.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
taglio giardino condominiale e adeguamento garages
addebito spese condominiali su immobile acquistato all'asta
lavori adeguamento centrale termica e certificato prevenzione incendi
spese condominiali per immobile acquistato all'asta
deposito cauzionale su locazioni commerciali
pagamento del canone di locazioni. si ritorna al contante.
adeguamento impianto metano esistente: chi paga?
dopo aver acquistato casa, tubi del gas non a norma.
scoperta servitù al momento della progettazione per ristrutturazione in immobile acquistato da più d
arretrati istat nella locazione commerciale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading