Discussione: impugnazione delibera assembleare

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
25/01/2008
14:56:29
Salve, chiedo il vostro parere in merito ad una questione:
A novembre 2007 un gruppo di condomini (tra cui io) ha impugnato la delibera dell'assemblea ordinaria in merito a due punti:
1. negata visione dei documenti giustificativi delle spese (seppure le richieste erano state fatte per raccomandata con amplissimo anticipo)
2. mancata maggioranza stabilita per legge per la riconferma dell'amministratore.

In merito al secondo punto infatti seppure c'era una maggioranza in millesimi non c'era una maggioranza in teste poichè eravamo 11 noi e 11 loro.
L'amministratore ricevuta la citazione ha indetto una riunione straordinaria e in quella occasione una unica famiglia (multiproprietaria che ha pertanto SEMPRE la maggioranza in millesimi) ha deciso di resistere alla nostra azione in quanto affermano che il "regolamento contrattuale" depositato dal notaio e a noi noto, afferma chiaramente che i condomini hanno "un potere di voto proporzionale ai millesimi di proprietà" e quindi la nostra maggioranza in "teste" secondo loro non conta nulla.
Noi riteniamo che l'articolo del regolamento contrattuale che dice questa cosa non possa in alcun modo riferirsi alla questione in oggetto in quanto ci sono delle norme del codice civile inderogabili fra qui quelle che regolano le maggioranze in assemblea.
Il nostro avvocato ci ha chiarito bene che questa cosa del regolamento contrattuale non è vera ma i dubbi e le incertezze mi stanno assalendo.
Potete darmi qualche chiarimento anche voi?
grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10230 interventi
25/01/2008 17:58:07
Ci sta provando ....

Dovresti comunque accertarti circa questa clausola inserita nel regolamento "contrattuale", se fosse vero, la norma può legittimamente derogare dal Codice (Cassazione).

Ho anche una precisa sentenza di cassazione che indica che in caso di nomina (riconferma) dell'amministratore, quando si sia raggiunta la maggioranza millesimale, e vi è "parità" tra i votanti, prevale la maggioranza millesimale e la nomina risulta efficace.

Se vuoi ulteriori informazioni in merito collegati qui:

http://www.overlex.com/condominio_consulenza.asp

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
26/01/2008 08:32:24
le norme sulla duplicità delle maggioranze (valore e teste) sono assolutamente inderogabili.
per quanto concerne la maggioranza delle teste nella nomina dell'amministratore (tenuto conto della raggiunta maggioranza del valore) ciò che conta e che abbiano votato a favore un terzo dei condomini che formano il condominio, se così è l'elezione è regolare anche in caso di voti uguali (la cassazione, infatti dice che quando l'art. 1136 parla di "maggioranza dei condomini" tale maggioranza deve essere intesa come rapportata a quella necessaria in prima convocazione, quindi in seconda convocazione ove vi siano presenti solo un terzo dei condomini la maggioranza equivale all'unanimità e, ove siano presenti due terzi dei condomini la maggioranza equivale a un terzo anche se l'altro terzo è contrario.

Rispondi


claistron

Staff
10230 interventi
26/01/2008 13:19:12
Coccobello, attenzione, le maggiornaze indicate dal 1136 non sono "sempre" inderogabili, infatti la Cassazione ha più volte indicato situazioni particolari come quella citata da Fragoletta (parità di teste).

La maggioranza richiesta per la nomina dell'amministratore è di 1/2+1 degli intervenuti all'assemblea; la Cassazione ha solo indicato che in caso di perfetta uguaglianza dei votanti, prevale la maggioranza millesimale (la motivazione è stala per non bloccare l'attività condominiale).

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
millesimi o maggioranza per votare una delibera
procedura assembleare per ecobonus 110%
delibera per lavori su area verde extracondominiale
quote pagate per lavori deliberati e mai iniziati. si può chiedere il rimborso?
delibera ripartizione calore
quorum deliberativo per uso esclusivo della canna fumaria condominiale dismessa
richiesta di rispetto di delibera di due anni fa
deliberano in 2 per sostituzione colonna a 4 appartamenti e pagano in 9
ripensamento dopo decisione assembleare
assicurazione condominio deliberata e mai stipulata dall'amministratore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading