Discussione: RIAPERTURA DI UNA VECCHIA PORTA

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
25/10/2007
18:09:47
Ristrutturando il mio appartamento per ricavarne due, ho scoperto dentro il muro confinante con il ballatoio della scala comune quella che sembra una vecchia porta.
Abbattuto il muro interno del mio appartamento ho trovato una 'nicchia' con le pareti laterali intonacate e imbiancate con vecchia vernice, il fondo solo a mattoni pieni senza intonacatura, il che fa presumere una chiusura in epoca successiva. Io vorrei riaprire questa porta per avere l'ingresso del secondo appartamento; l'amministratore mi ha detto però che ci vogliono 1000 millesimi, cioè l'assenso totale del condominio che però ha già negato la stessa apertura a un altro condomino che ha la stessa 'nicchia'; oppure dovrei trovare una vecchia planimetria che indichi l'esistenza in passato della porta. Al catasto ho trovato solo piante recenti con la porta già chiusa(il mio è un palazzo inizi '900). Visto che la porta esisteva, dove può essere documentato? Non basta l'esistenza del vano?
Cordiali saluti e mille grazie in anticipo.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10156 interventi
25/10/2007 19:01:50
La situazione "esistente" è ormai acquisita.

Puoi comunque avvalerti dell'art. 1102 del Codice Civile.

Per far valere il tuo diritto ecco i riferimenti:

Nel condominio degli edifici il godimento delle cose comuni da parte dei singoli condomini assurge ad oggetto di tutela possessoria quando uno di essi abbia causato agli altri partecipanti alla comunione la privazione o la turbativa del loro compossesso, e non anche quando il medesimo condomino, nell'esercizio delle facoltà ricomprese nel proprio diritto di comproprietà, abbia immutato lo stato della cosa comune ma senza privare o turbare il compossesso degli altri condomini. (Nella specie, la Suprema Corte, enunciando il surriportato principio, ha cassato la decisione che aveva condannato un condomino a chiudere la porta dal medesimo aperta su di una scala da cui in precedenza non si accedeva alla sua unità immobiliare, senza prima accertare se detta scala costituisse un bene comune di tutti i condomini, ovvero fosse riservata all'uso di alcuni di essi, con esclusione del condomino che aveva proceduto all'apertura della porta stessa).
Cass. civ., sez. II, 24 gennaio 1985, n. 312,

Qualora risulti accertato dal giudice del merito che l'apertura praticata da un condomino in corrispondenza delle scale del fabbricato comune non abbia apportato alcun mutamento alla conformazione e allo spazio delle scale, non abbia limitato il godimento degli altri condomini, non abbia arrecato alcun danno alle parti comuni o pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza e al decoro architettonico del fabbricato, la relativa fattispecie rientra nella disciplina dell'uso della cosa comune.
Cass. civ., sez. II, 20 giugno 1977, n. 2589.

La manifestazione assembleare di parere favorevole , espresso in via generica, non può avere valore autorizzativo dell'attività che i condomini intendono svolgere su beni di proprietà comune (nella specie, apertura di un nuovo accesso sul pianerottolo). Corte app. Napoli, 29 giugno 1991, n. 1601


Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
spostamento porta - variazione catastale?
parcheggio auto per portatori di handicap nel cortile condominiale
mancanza del contratto di un fornitore. come comportarsi?
porta di casa serrata
ri-apertura portafinestra con affaccio su giardino altrui
pagamento morosità 'decennale' x contenzioso vecchia amministrazione
regolamento contrattuale variazioni strutturali non riportate
colonna portante pericolante durante lavori di ristrutturazione
comportamento agenzia immobiliare
vecchia ici alloggi portieri
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading