Discussione: alienazione pertinenza edificio

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
10/07/2007
10:21:35
nella compravendita di un fondo, si puo' comprendere una pertinenza dell edificio (pertinenza comune) alienandola ?

quali obblighi ha la parte venditrice nei confronti della parte aquirente se questa alienzaione non avrebbe buon fine, cioe trascorsi i 10 anni sarebbe usucapita dalla parte aquirente.
la vendita dell immobile non sarebbe stata effettuata con l' art 1478, cioe' con la procura dell acquisto alla parte compratrice, ma trasferito come se fosse di proprieta' cioe una chiara malafede da parte della venditrice.

l' atto puo essere nullo??

ciao



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10156 interventi
07/10/2007 23:11:07
Potevi dare informazioni più precise circa la pertinenza in oggetto.

Inserire in una compravendita di un fondo, anche parte di un bene "comune condominiale" è illegittimo e anche il professionista (notaio) che avvalla e non fa ricerche precise sull'effettiva proprietà in questione diventa corresponsabile dell'illecito.

L'usucapione in questo caso sarebbe ventennale e non decennale.

Qui trovi precisi riferimenti circa l'usucapione di parti comuni condominiali:

http://www.condomini.altervista.org/Usucapione.htm

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
08/10/2007 09:27:08
la pertinenza in oggetto e' un piazzale che risulta comune come citato nel mio rogito, cosi come nel rogito di altri condomini.

la parte che ha effettuato la vendita lo descrive come"pertinenza esclusiva del sub 1" poiche nella piantina del suo appartento a seguito del condono edilizio, il geom. che ha effettuato la sanatoria ha assegnato, vuoi per errore, vuoi per richiesta della parte venditrice,(a sentire il geometra la parte venditrice ha richiesto l' accorpamento al suo subalterno) e'stato inserito.

ma in atti precedenti anche la parte venditrice aveva il piazzale in comune!!


Rispondi


claistron

Staff
10156 interventi
08/10/2007 21:46:57
Ti ho gia avvertito che il notaio è corresponsabile.

Sarebbe opportuno recarsi presso il suo ufficio e sottoporgli la situazione perchè venga risolta da lui stesso.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
alienazione beni comuni, quale maggioranza
impermeabilizzazione solaio autorimesse fuori sagoma dell’edificio
redazione tabelle millesimali edificio centro storico
spese luce/pulizia box di pertinenza
legare come pertinenza box già di proprietà a casa appena comprata
pertinenza sottotetto
box di pertinenza e ici
delibera su lavori staordinari di pertinenza solo di alcuni condomini
lastrico solare di copertura parziale dell'edificio
ristrutturazione edificio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading