Discussione: Ristorante fittato al pignorato. Conviene comprarlo?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
18/09/2007
11:15:09
Salve.
Sto per comprare un ristorante/pizzeria all'asta giudiziaria.
Nella perizia, c'è scritto che il ristorante non è libero ma fittato con regolare contratto stipulato con il custode giudiziario, ma c'è anche scritto che l'affittuario dovrà andarsene appena il bene sarà venduto a terzi.
Il problema è questo: colui che si è fittato il ristorante è lo stesso proprietario pignorato! E lui sta svolgendo la sua normale attività di ristorazione.
Lo so che legalmente non dovrei preoccuparmi, ma se questa persona non vuole andarsene quando acquisto il ristorante?
Cosa devo fare?

Grazie dell'aiuto
Franco



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10158 interventi
18/09/2007 13:50:39
Ci penserà il tuo avvocato a richedere il rilasio forzato del bene acquistato all'asta.

La procedura è più snella e veloce di quella del comune sfratto.

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
18/09/2007 14:42:21
Nell'ipotesi che io acquirente voglio poi fittare il locale allo stesso sfrattato che già esercita la ristorazione, e se non dovesse mantenere l'impegno dell'affitto pattuito, che cosa mi conviene fare nei confronti di questo?
Ma, in generale, conviene fittarlo ad una persona pignorata? Anche perchè non ha più alcun bene su cui posso rivalermi nel caso non mi pagasse...
Spero di aver esposto con chiarezza le domande...

Ciao
Franco

Rispondi


claistron

Staff
10158 interventi
18/09/2007 21:37:59
Ho capito..... vuoi rovinarti l'esistenza .....
Se in procinto di spendere enormi somme per vertenze legali.

Parlane col tuo avvocato prima di procedere all'acquisto.
La legge di riferimento è la 431/98.

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
19/09/2007 00:32:14
In effetti mi sembrava una cosa poco sensata...ma se il pignorato non voleva andarsene, dopo tutte le procedure legali, forse era l'unica cosa da fare.
A questo punto ci penserò molto bene prima di fare un passo del genere e appena potrò contatterò il mio legale.
Grazie dei consigli
Franco

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
diritti e doveri su un immobile già affittato ceduto dalla mamma ad un figlio.
scarico fumi ristorante
contratto locazione a titolo gratuito, conviene?
immobile fittato acquistato in asta
instalklazione tenda x un ristorante
lavori ampliamento cucina ristorante
acquisto appartamento affittato
canna fumaria ristorante
rifare millesimi conviene in questo caso?
canna fumaria per ristorante
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading