Discussione: Ristrutturazione deliberata da anni ma mai eseguita

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
26/05/2007
13:04:18
Buon giorno a tutti

circa due anni fa l'assemblea ha regolarmente deliberato i lavori di ristrutturazione fabbricato, che riguardano il rifacimento totale del tetto e riparazioni varie di balconi e facciata.

Succede che mentre sul rifacimento tetto abbiamo deciso e stabilito tutto, da due anni succede che, riunione dopo riunione, oggi uno vuole le piastrelle, domani non le vuole pi¨, il mese successivo cŔ chi vuole i balconi rosa e il mese dopo li vuole bl¨. Sta di fatto che, per futili (ed aggiungo sospettosi) motivi questi lavori non si fanno mai. Io credo che in realtÓ molti condomini hanno trovato il modo di non rifiutarsi ma di procrastinare oltremodo questi lavori.

So per certo che i cond˛mini dell'ultimo piano (che hanno il tetto rotto), stufi (giustamente) vogliano ricorrere in giudizio per richiedere un'intervento d'urgenza, che credo otterranno senza troppo sforzo.

Ora chiedo a voi, le spese di tale ricorso, sono a carico di tutto il condominio?

Posso escludermi da tali (eventuali) spese visto che, come risulta dai verbali, non ho mai intralciato in alcun modo l'esecuzione dei lavori?

Grazie
Linda



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
26/05/2007 19:27:12
La Cassazione ha ribadito che non Ŕ ammesso il dissenso dalla lite in base all'art. 1132 del codice civile.

Sono convinto che se anche un solo condˇmino si rivolgesse al giudice, non ci sarebbe nessuna causa, l'assemblea non potrebbe far altro che far iniziare immediatamente i lavori almeno del tetto.

Se come dici, l'assemblea ha deliberato il rifacimento del tetto, l'amministratore cosa aspetta? Deve mettere immediatamente in esecuzione i lavori e se non ha a disposizione i fondi, fa emettere i decreti ingiuntivi nei confronti dei morosi.
L'amministratore potrebbe rispondere di persona per la sua inerzia, vi sono precise sentenze in merito.



Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
28/05/2007 09:57:31
Grazie

potresti anche indicarmi le sentenze o il sito?

Grazie ancora
Linda

Rispondi


claistron

Staff
10215 interventi
28/05/2007 11:57:59
http://www.condomini.altervista.org/

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
bilanci non presentati per 7 anni dal precedente amministratore
lavori di ristrutturazione e ripartizione costi
richiesta di rispetto di delibera di due anni fa
costruttore rivendica proprieta' dei posti auto pertinenziali dopo oltre 50 anni
assicurazione condominio deliberata e mai stipulata dall'amministratore
quote condominiali risalenti a cinque annia fa. paga il nuovo proprietario?
vendita appartamento con spazio condominiale annesso recintato da diversi anni
metodo suddivisione spese di ristrutturazione facciata
agevolazioni fiscali mutuo ristrutturazione seconda casa
danni da infiltrazione idrica
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading