Discussione: delibera spese acqua. cosa posso fare?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
21/03/2007
09:58:09
Buongiorno. sono titolare di un bar e sono in un locale in affitto. nel 2003 con delibera assembleare si è stabilito di ripartire le spese per l'acqua in base ai consumi e non più in base ai millesimi e ciò retroattivamente ossia anche per il 2002 e 2001 facendo riferimento ai consumi medi del 2003 e quindi operando eventuali restituzioni di somme già pagate o facendone pagare. Nel 2003 il mio contatore non funzionava e comunque mai l'amministratore è venuto a leggerlo [trattasi di contatore interno]ma, ciononostane mi è stato imputato un consumo nell'anno 2003 - e conseuenetemente per gli anni 2002 e 2001 - che è triplo rispetto a quelli che sono stati i miei consumi negli anni 2004, 2005 e 2006 [anni in cui ho incrementato i miei consumi grazie all'aumento di clientela e al fatto che oltre al bar adesso faccio anche i pranzi]. Ho chiesto le dovute restituzioni all'amministratore che me le ha negate. Posso ancora impugnare quella delibera? posso impugnare le vecchie delibere di approvazione dei bilanci? Preciso che il regolamento di condominio - contrattuale - nulla dice in merito ai criteri di ripartizione delle spese per l'acqua. Cosa posso fare? Si tratta di almeno 8.000,00 euro pagati in più.Grazie.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10230 interventi
21/03/2007 14:39:51
La deliberazione sui criteri di ripartizione di spesa devono essere impugnati entro i fatidici 30 gg. da quando si è venuti a conoscenza.

Se non l'ai fatto ora non puoi impugnare questa deliberazione.

Se ritieni comunque di essere stato defraudato, dovrai proporre azione legale tramite un avvocato, il giudice potrebbe contestare però il ritardo e rifiutare il procedimento.

Se l'amministratore dovesse restituirti le somme che ritieni ti spettino, dovrebbe prelevarle dai conteggi degli altri, insomma dovrebbero essere gli altri a restituirti le somme.

Ti ricordo che l'eventuale azione giudiziaria dovrà essere proposta direttamente contro ciascuno dei condómini e non contro il condominio nel suo insieme.

(solo tra citazioni, spese legali e giudiziarie .... ti verrebbe a costare un capitale, con poche speranze di avere soddisfazione, visti i termini ormai scaduti)

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
ripartizione spese con impresa costruttrice
millesimi o maggioranza per votare una delibera
spese personali pulizie scale
spese individuali per recupero morosità
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading