Discussione: distacco da impianto riscaldamento

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Daino
Utente registrato
21/02/2007
18:54:23
Ho già letto un po' di documentazione inerente l'oggetto e mi resta solo da chiarire se, dopo che l'assemblea ha "accettato il distacco dall'impianto centralizzato" (non c'è una delibera specifica, ma da una certa data non mi è stato imputato il 100% dei consumi), è corretto che mi venga imputato come costo il 30% del consumo di gasolio (30% della mia quota millesimale)?
Praticamente dopo che ho chiesto di potermi distaccare, l'assemblea mi ha chiesto una perizia di un termotecnico scelto dall'assemblea stessa, e, visto il parere del termotecnico (la perizia certificava che non arrecavo danni agli altri condomini distaccandomi), l'amministratore mi ha imputato il 30%, non solo delle spese di gestione, ma anche del consumo di gasolio, cosa che non mi sembra rispetti le varie sentenze (non sono un'esperto, per cui potrei sbagliarmi!!!!).
Ho provato a capire le ragioni degli altri condomini e mi citano una sentenza (Cassazione Sezione III, con sentenza 14 gennaio 2005, n. 680) nella quale si fa riferimento ad un ufficio nel quale passano dei tebi dell'impianto centralizzato che sembra scaldino l'ufficio stesso. Io in casa non ho tubi "a vista" dell'impianto centralizzato e quelli che passano nei muri non scaldano la casa.
Può darmi un parere al di la delle sentenze. Grazie.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10151 interventi
21/02/2007 22:35:40
Ha ragione il condominio, anzi sono stati "troppo" buoni.
A te dovrebbe essere imputato il 100% delle spese di mantenimento dell'impianto che resta ugualmente tuo nonostante il tuo distacco ed è corretto imputarti almeno un 30% delle spese d'uso, è prassi consolidata (alla luce della sentenza che hai citato).

Qui trovi altri riferimenti:

http://www.condomini.altervista.org/RiscaldamentoDistacco.htm

http://www.condomini.altervista.org/RiscaldMaggiorSemplice.htm

Rispondi


Daino

Utente semplice
1 interventi
23/02/2007 11:14:30
Daccordo per il discorso delle spese di gestione, ma i consumi in base a quale logica vanno addebitati in misura del 30%?

Rispondi


claistron

Staff
10151 interventi
23/02/2007 14:04:55
Nei link che ti ho proposto vi sono delle sentenze che indicano con esattezza l'imputazione della percentuale.

A grandi linee se la spesa d'uso per il proprietario distaccato corrispondesse a 100, l'amministratore imputerà solo 30.
(il resto sarà reditribuito ai "poveri" utilizzatori dell'impianto)

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
lavori impianto idraulico e scarichi
valvole termostatiche e riscaldamento autonimo
pianta impianto idraulico
spese condominiali a fronte di un impianto fotovoltaico non attivo
riscaldamento centralizzato, è corretto calcolare il 30% per i consumi involontari?
e’ corretto che i negozi non paghino le spese di manutenzione del riscaldamento?
dissenzienti per impianto videosorveglianza
distacco impianto centralizzato del riscaldamento
riscaldamento millesimale
spese di riscaldamento
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading