Discussione: A seguito di sentenza che condanna il condominio al risarcimento dei danni in favore di un condomino

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
20/02/2007
15:25:13
>
> Innanzitutto buon giorno e grazie per
> lo spazio dedicato alle questioni di natura condominiali.
> Confidando nella gratuità di una
> vostra risposta vi sottopongo una
> questione che mi preoccupa da un pò:
> Sono proprietario di un appartamento
> all'interno di un grande condominio (circa 160 appartamenti) dal
gennaio
> 2005.
> Nel settembre 2006 un tribunale
> civile condanna il condominio al pagamento di circa 80.000 Euro in
favore
di uno
> dei condomini dopo aver accertato:
> 1) ...che la centrale termica del condominio
> provoca immissioni superiori alla normale tollerabilità
nell'appartamento
di
> proprietà degli attori e che il condominio non ha ottemperato
all'ordinanza
> emessa da questo Tribunale in data 8 luglio 2004, così
> provvedendo:
> a) confermando il provvedimento cautelare
> emesso dal Tribunale di .... in data 8 luglio 2004;
> b) condannando il condominio convenuto ad
> eseguire tutti gli interventi idonei a ridurre le immissioni nei
limiti
della
> normale tollerabilità;
> c) ordinando al condominio di eseguire entro e
> non oltre 80 gg. dalla comunicazione della presente sentenza gli
interventi
> analiticamente elencati nel provvedimento 8 luglio 2004...
> d) condannando il condominio a risarcire agli
> attori la somma complessiva di euro 65.000,00 oltre interessi dalla
sentenza al
> saldo;
> e) condannando il condominio a rifondere agli
> attori le spese di lite liquidate in euro..
> f) dichiarando la presente sentenza
> provvisoriamente esecutiva.
>
> Le domande che vorrei porVi sono
> le seguenti:
> Chi è tenuto tra me ed
> il mio venditore (già condomino alla data dell'ordinanza dell'8
luglio
> 2004) ad ottemperare al precetto notificato all'attuale
amministratore in
> data 12/12/2006?
> Di fronte ad una sentenza che non
> condanni il costruttore, nè i venditori dell'appartamento degli
attori ma
solo
> il condominio (soggetto a cambiamenti della sua compagine di continuo
nel
corso
> del tempo) che strumento avrei a disposizione per oppormi ad un atto
di
> pignoramento della rata condominiale?
> Se dovessi far fronte a tali spese
> potrei in futuro avere il diritto alla ripetizione in caso di
vittoria in
> appello (il condominio sta decidendo di proporlo) anche se ho venduto
> l'appartamento?
> Grazie ed aggiungerei soltanto che da
> quando sono proprietario di questo appartamento (gennaio 2005) non mi
risulta
> che sia stata mai discussa in assemblea tale questione tranne
ultimamente
per
> far fronte alla esecutività della sentenza.
Grazie Luca P.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
20/02/2007 20:30:28
La giurisprudenza è costante nel ritenere soggetto alla rifusione delle spese il condómino proprietario dell'unità immobiliare al momento della rilevazione dei fatti illeciti o, se non possibile, al momento della sentenza di condanna.

Essendo stato emesso il provvedimento giudiziario nel 2005 ed essendo tu proprietario nel 2006, l'amministratore, se non fosse in grado di rintracciare il vecchio proprietario, potrebbe rivolgersi a te in base all'art. 63 di Attuazione del Codice Civile.

Quanto sopra dimostra comunque la tua "colpevole inerzia" nel non aver provveduto immediatamente (in sede di acquisto) all'accertamento di controversie precedenti, anzi nel tuo caso di una sentenza gia emessa, questo non gioca certo a tuo favore.

Qui trovi precisi riferimenti che ti potranno aiutare:

http://www.condomini.altervista.org/DebitiVecchi.htm



Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
20/02/2007 20:53:46
Grazie tante, proverò a chiedere all'amministratore di rivolgersi al vecchio proprietario.
Luca

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
scioglimento condominio
condomino che non chiude il cancello quando esce
ecobonus 110 in condominio
condominio e b&b ; segnalazioni all'amministratore delle presenze
durata gestione e compenso amministratore condominio
maggioranza per elezione delegato al super-condominio
definizione di condomino ai fini dell'applicazione della limitazione delle deleghe (art. 21 l. 220/2
assemblea delegati in super condominio
revoca mandato delegati super-condominio
tredicesima all'amministratore di condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading