Discussione: Imposta di registro o risoluzione anticipata?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
30/01/2007
16:13:08
Salve,
a Maggio 2006 l’inquilino di un’immobile di mia proprietà, con contratto (4 + 4) valido dal 23 Aprile 2001, è andato via senza preavviso, firmando solo un verbale di rilascio dell’immobile su mia richiesta datato 1 Maggio 2006.
Avrei dovuto pagare l’imposta di registro entro il 22 Maggio 2006 perciò ho ritenuto, poiché il contratto si era risolto prima, di non doverlo fare.
Nel verbale di consegna il conduttore si assumeva l’onere dell’imposta di registro per finita locazione ma, a tutt’oggi non mi è pervenuta la ricevuta di tale versamento.
Ho quindi deciso di regolarizzare da me la situazione, ma non so che fare: devo pagare una sanzione pecuniaria? E se sì, sulla mancata registrazione o sulla risoluzione del contratto?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10202 interventi
30/01/2007 16:52:26
Devi scegliere tu cosa fare.

L'imposta per la cessazione del contratto ammonta a 67€.

L'imposta di registro annuale è pari al 2% del canone.

Le sanzioni variano in funzione del ritardo nel pagamento.
Qui trovi una precisa tabella:

Imposta sui canoni di affitto

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
02/02/2007 15:42:57
Devo correggere le informazioni che ho fornito. In effetti l'inquilino ha firmato una dichiarazione in cui s'impegnava a lasciare l'immobile entro il 30/05/06 ma se n'è andato, firmando un verbale di rilascio, il 21/06/06: in questo caso devo pagare sia l'imposta di registro per l'anno 2006/2007(che avrei dovuto versare entro il 22/05/06) che quella per la risoluzione anticipata del contratto o solo la seconda?


Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
05/02/2007 21:18:48
Il foglio di carta firmato dall'inquilino è un "foglio di carta" tra le parti.

L'immobile è stato rilasciato in data regolare secondo il contratto.
Chi può dichiarare il contrario.
Basterà quindi il versamento della tassa di "cessazione".

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
07/02/2007 14:39:17
Grazie per la conferma, infatti ero giunta alla stessa conclusione e ho già provveduto!!!

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
registro della contabilità condominiale
risoluzione contratto di fitto con raccomandata a mano retrodatata
visura catastale per registro anagrafe condominiale
tardivo pagamento della tassa di registro
il condominio sostituto d'imposta
registro degli affittuari
rivalsa e risoluzione del contratto di locazione
imposta di registro su immobili di lusso
risoluzione contratto locazione commerciale
cartella esattoriale imposta registro
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading