Discussione: separazione e casa in affitto

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
26/01/2007
19:05:19
Salve a tutti
avrei bisogno di chiarimenti in merito ad un contratto di affitto cointestato che scadrà fra un anno e mezzo.Da un anno non abito più in quella casa poichè io ed il mio ex ci siamo separati(giudiziale).Lui è voluto rimanere lì ed io ho rinunciato alla stessa (nn ci sono figli) davanti al presidente del tribunale. Adesso sono citata in tribunale per morosità (una mensilità nn pagata) nonostante il proprietario sia stato messo al corrente della situazione immediatamente, prima verbalmente e poi per iscritto, che nn sono responsabile dei pagamenti anche se cointestataria del contratto "per gravi e sopraggiunti motivi" quali la separazione.Vorrei sapere a cosa vado incontro?Cosa succede se il mio ex continua a nn pagare l'affitto? Dovrò pagare io? Cosa si fa in questi casi? Io ho spedito un telegramma prima ed una raccomandata in un secondo momento al proprietario dell'immobile.
Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
26/01/2007 20:40:26
Tu sei ancora cointestataria del contratto di affitto e sei quindi obbligata solidarmente col coniuge (anche se separato) alla conduzione e alle responsabilità circa l'unità immobiliare in oggetto.

È stata una leggerezza da parte tua non dare la "disdetta" personalmente dal contratto da te controfirmato, il locatore avrebbe quindi dovuto far accettare un "nuovo" contratto esclusivamente a tuo marito.
Non hai accennato alla durata residua del contratto in corso.

Il locatore ha il diritto di "aggredire" ciascuno dei cointestatari del contratto, sicuramente quello che ritiene abbia i mezzi per pagare.

Consigliati con il tuo avvocato e disdici immediatamente il contratto per sopravvenuti motivi di forza maggiore, almeno per il futuro non sarai più aggredibile.


Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
26/01/2007 21:05:18
Grazie per la immediata risposta.
Volevo però precisare che io nn ho potuto didsdire immediatamente perchè avevo richiesto nel ricorso di separazione la casa anche se sapevo che la richiesta nn mi sarebbe stata accordata. Tuttavia ho comunque reso il proprietario dell'immobile partecipe della situazione (difficile) e che avevo rinunciato all'uso della casa. Ho anche reso notto tutto ciò per iscritto. Nn so cos'altro fare!! Il contratto scadrà fra due anni!

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
affittuario moroso non consegna le chiavi di casa
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
diritto di passaggio in casa per accedere ad un lastrico solare
contratto di affitto aggiunta.
contratto di affitto.
ampliamento autorizzato dall'assemblea con ex legge "piano casa"
canone affitto negozio commerciale.
recesso contratto affitto prima dei 6 mesi di preavviso
affitto locale commerciale.
causa e spese straordinarie pendenti in acquisto casa
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading