Discussione: diversa convenzione ai millesimi

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
21/01/2007
21:34:41
Il quesito: diversa convenzione ai millesimi.

Da oltre 25 anni, prima cooperativa poi condominio di 12 unità abitative pressocchè uguali, è stato scelto, ed è diventata consuetudine, di dividere le spese condominiali per 12. L'amministrazione è sempre stata tenuta da proprieteri dello stesso condominio che sono anche inquilini.
Ora non essendoci più la disponibilità di amministrare il condominio ci rivolgeremo ad un amministratore esterno, ma ci poniamo alcune domande:
Dovremmo adottare i millesimi oppure ci possiamo considerare “salvo diversa convenzione”.?
Se nel passaggio ad altro amministratore qualche condomino volesse ora adottare i millesimi come dovremmo comportarci?

Con ringraziamenti
Lorenzo M. Bolzano



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
21/01/2007 23:06:04
La ripartizione in parti uguali che si è protratta nel tempo è diventata "contrattuale" per "facta concludentia" (Cassazione).

Un eventuale proprietario dissenziente a questa ripartizione può rivolgersi al giudice perchè faccia redarre nuove tabelle "solo" se la variazione millesimale risultasse "sensibilmente" diversa (operazione piuttosto costosa).

Qui trovi norme, sentenze ed esempi che ti possono aiutare:

http://www.condomini.altervista.org/CoefficientiMilesim.htm

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
22/01/2007 18:18:55
Per capire meglio la risposta: il nuovo amministratore potrà pretendere una nuova suddivisione millesimale o dovrà accettare la suddivisione per 12 (dodici) diventata contrattuale per "facta concludentia"?

Con cordialità
Lorenzo M. Bolzano null

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
22/01/2007 18:23:03
L'amministratore non ha questo potere, è sempre l'assemblea che decide con le maggioranze previste dal codice.

Insomma l'amministratore non può prendere iniziative su questa materia.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
calcolo dei millesimi
tentativo di usucapione e millesimi di proprietà
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
grado di incidenza dei propri millesimi sulle parti comuni
millesimi condominiali
millesimi di proprietà pari a zero
suddivisione spese terrazzi x millesimi???
suddivisone in millesimi per proprietà cornicione
millesimi per assemblee.
tabella millesimi garage
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading