Discussione: Vano scale senza ricircolo aria

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
13/09/2006
17:12:51
Mi presento, mi chiamo Maria Luisa Contini e da circa un anno abito in un nuovo condominio, nel comune di San Vendemiano (TV), costituito da un piano terra e da un primo piano, con tre inquilini per piano, per un totale di sei inquilini. I due piani sono collegati da una scala sulla quale si affacciano il portone di ingresso e tre finestre. Poi c’è una finestrella sul soffitto apribile, ma di difficile accesso, che pertanto resta sempre chiusa e comunque non potremmo lasciarla aperta perché, in caso di maltempo, se non ci fosse nessuno, potrebbe entrare acqua. . Le tre finestre hanno delle vetrate chiuse, quindi l’unica presa d’aria è data dal portone di ingresso. Quello che le chiedo è se questa situazione è a norma di legge. Cioè è legale che nel vano scale non ci sia la possibilità di effettuare un ricircolo d’aria? Tenga conto che essendo una delle tre finestre molto grande ed esposta al sole per la maggior parte della giornata, d’estate il vano scale è un forno, siamo pertanto costretti a lasciare il portone di ingresso costantemente aperto, con ovvi problemi di sicurezza. Non possiamo far niente per costringere l’impresa a rendere apribile almeno una delle tre finestre? Alle nostre proteste ha risposto che il progetto prevede le tre finestre chiuse e non si può far niente. Pur non conoscendo la materia, mi sembra strano che nel progetto venga specificata la non apribilità delle finestre, piuttosto avrebbe avuto ragione se avessimo chiesto una variazione delle dimensioni delle stesse. La ringrazio fin d’ora della risposta. Saluti Maria Luisa Contini



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
13/09/2006 17:19:35
L'impresa costruttrice ha consegnato l'immobile secondo il capitolato accettato dagli acquirenti.
Ritengo che abbiate ricevuto il certificato di abitabilità, quindi penso che il vano scale sia stato considerato "in regola" con le diposizioni di legge.
Attivare ora una controversia col costruttore potrebbe portare solo a grosse spese giudiziarie, legali e peritali.
Consigliatevi comunque con un tecnico locale prima di prendere iniziative.

Ora siete costituiti in condominio e con le opportune maggioranze potete decidere di apportare le piccole modifiche alle finestre necessarie per migliorare l'aereazione.
Insomma con pochi euro potrete modificare i vetri per renderli apribili.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
problemi causati dalla canna fumaria
rete fognaria orizzontale
in assemblea plenaria assenza di quorum per due volte
detrazione fiscale per ristrutturazioni edilizie
copertura posti auto in assenza autorizzazione assemblra
condominio senza amministratore ad insaputa dei condòmini
decreto ingiuntivo al condominio: è obbligatorio indicare il codice fiscale?
suddivisioni senza tener conto delle tabelle millesimali
spostamento porta - variazione catastale?
amministratore senza contratto
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading