Discussione: problematiche di coimbentazione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
13/07/2006
10:54:43
Salve ,nel mio condominio di recente sono stati effettuati lavori di straordinaria manutenzione ,senza risolvere i problemi che affliggono il mio appartamento.Tengo a dire che il terrazzo non ha una buona coimbentazione e nn si è mai risolto il problema .Questo terrazzo di cui sono prpprietari due condomini copre in buona parte altri quattro appartamneti sottostanti dove regolarmente si hanno condense e muffe varie dovute come dicevo a una coimbentazione insufficiente tra cui il mio .Ora essendo questa una zona umida e fredda ( sono ad Avellino ) mi chiedo se il condominio o chi per loro nn siano tenuti a porre rimedio apportanto una buona ed efficiente coimbentazione onde prevenire gli annosi problemi , tengo a precisare che loro signori si sono difesi dicendo che il problema è strutturale che il palazzo costruito circa 40 anni orsono nn aveva caratteristiche di adequata coimbentazione , vorrei una risposta in merito anche perchè il legale che ho consultato ha dei dubbi in proposito .Comunque nn mi sembra giusto che debba vivere in queste condizioni e quali sono le soluzioni adatta per risolverle , Grazie .



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
13/07/2006 11:52:43
Buongiorno Dioniso

Ha ragione il legale.

Quando vi siano infiltrazioni non ci sono dubbi, bisogna intervenire sul lastrico per risolvere il problema.

Quando invece il problema riguarda muffe e umidità, allora il problema deve quasi sempre essere risolto dal proprietario dell'appartamento in questione.

Gli appartamenti sottostanti il lastrico hanno caratteristiche diverse dagli altri e sono "naturalmente" più soggetti a queste problematiche che devono essere attentamente valutate in sede di acquisto (spesso detti appartamenti costano meno degli altri proprio per i motivi citati).

Quasi sempre i periti nominati invitano a far circolare più aria o a riscaldare più intensamente i locali.

Rimuovere tutto il lastrico per inserire una nuova coibentazione rispetto a quella esistente rappresenta un costo molto elevato rispetto al beneficio che si può ottenere con altri mezzi.

Una recente sentenza ha stabilito che deve essere il proprietario dell'appartamento a porre in essere la "coibentazione interna" (sottili pannelli isolanti) onde evitare i problemi descritti.

Una eventuale richiesta di interventto sul lastrico deve essere supportata da una precisa perizia di parte che potrebbe comunque essere contestata da controperizia del tecnico nominato dal condominio.

Saluti

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
problematiche locazione appartamento
problematiche con vicini
coimbentazione che fare ....
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading