Discussione: asilo condominiale (in assenza di regolamento condominiale)

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
08/07/2006
08:18:29
Espongo dapprima la situazione.
Abito in una palazzina di 2 piani divisa in due blocchi praticamente uguali da una scala comune che con un unico accesso dalla strada, porta a tutti gli appartamenti. Una parte è di proprietà di mia moglie, l'altra di mio cognato. Su tutto l'immobile ha l'usufrutto mia suocera ottantacinquenne.
La parte di nostra proprietà comprende l'abitazione e lo studio professionale di mia moglie (psicanalista) ben avviato.
mio cognato, dopo essersi trasferito, con recenti lavori di ristrutturazione (che hanno creato non pochi problemi all'attività professionale di mia moglie: rumore, viavai di muratori, polvere dappertutto...), ha aumentato le unità abitative della sua quota creando 4 mono/bilocali ora affittati.
In totale abitano attualmente nell'immobile 4 famiglie (la mia più 3 affittuari).
Non è mai esistito alcun tipo di accordo o regolamento in forma scritta e, a dire il vero nemmeno orale nel senso che ogni intervento sull'immobile non ci è mai stato comunicato.
Ora: nell'appartamento sfitto mio cognato creerà un asilo nido o qualcosa del genere che porterebbe ulteriore disagio alla nostra situazione e per questo ha già avviato tutte le pratiche senza alcuna comunicazione a noi.
Le domande sono queste:
1. l'immobile può essere configurato come condominio?
2. c'è la necessità o l'obbligo di un regolamento?
3. Può mio cognato fare quello che vuole sulla sua proprietà anche creando disagi a noi?
4. Cosa possiamo fare per opporci alla prepotenza di questa persona?
Grazie




Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
08/07/2006 12:51:27
Buongiorno Abbio

La presenza di almeno due propietari configura automaticamente un condominio (anche se "minimo").

L'obbligo di un regolamento e della tabella millesimale è obbligatorio quando i condómini sono almeno nove. (può comunque essere richiesto per via giudiziaria anche da uno dei due proprietari).

Il proprietario può utilizzare la sua proprietà privata come meglio crede anche se ciò dovesse provocare maggior utilizzo delle parti comuni; nel vostro caso se il cognato dovesse ottenere le autorizzazioni necessarie (c'è una recente legge che favorisce gli asili nido "familiari"), egli potrà legittimamente realizzare il suo progetto.

Legalmente potrete fare ben poco, informatevi scrupolosamente circa le autorizzazioni comunali.

Per informazioni leggi qui:

http://www.condomini.altervista.org/

Staff

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
installazione citofono cancello condominiale
assicurazione condominiale
costruzione pergola su terrazza condominiale privata
utilizzo del c/c condominiale
richiesta dettaglio in bolletta condominiale.
parcheggio cortile condominiale
applicazione del concetto di decadimento della solidarietà condominiale
in assemblea plenaria assenza di quorum per due volte
copertura posti auto in assenza autorizzazione assemblra
delibera per lavori su area verde extracondominiale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading