Discussione: Revoca Amministratore

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Marco1965
Utente registrato
20/11/2016
11:28:12
Salve a tutti,
da diverso tempo seguo questo forum i cui partecipanti danno sempre risposte professionali, espongo dunque il mio problema e ringrazio anticipatamente chi saprà suggerirmi qualcosa.

Il condominio in cui abito ha avuto un amministratore X fino allo scorso gennaio, che ha commesso una serie di inadempienze rispetto alle delibere assembleari, non pagato molti fornitori, oltre a non aver convocato per tre anni consecutivi l'assemblea, pur continuando a richiedere i pagamenti delle rate condominiali. Nell'aprile 2015 ho intrapreso quindi un'azione legale per rimuoverlo, richiedendo la nomina di un amministratore giudiziario.
Pochi giorni prima dell'udienza di gennaio l'amministratore X convoca l'assemblea che accetta le sue dimissioni, i bilanci degli anni precedenti e nomina un nuovo amministratore Y (tutt'ora in carica). La successiva sentenza del Tribunale è stata quella di dichiarare "cessata la materia del contendere" avendo l'assemblea accettato le dimissioni dell'amministratore X e nominatone uno nuovo.
Domanda 1: non sarebbe stato meglio in questa fase se il mio avvocato avesse richiesto comunque un risarcimento all'amministratore X a titolo di compensazione per i suoi gravi errori?

L'amministratore Y mira a sanare i "buchi" lasciati dalla passata gestione attraverso una fitta serie di rate, che ricadono sempre sui condomini abituati a pagare lasciando indenni i soliti morosi.
Alla prima assemblea egli non convoca me ed altri condomini, non comunica né il compenso per la propria attività, né i propri dati professionali e tanto meno i giorni in cui la documentazione del condominio sia disponibile per la consultazione nel suo studio.
Domanda 2: non sono queste mancanze causa di nullità dell'assemblea e della nomina dell'amministratore Y?

Ad ogni modo, in questa assemblea viene approvato un piano di rientro e non viene avanzata dall'amministratore Y l'ipotesi di rivalersi sull'amministratore X.
Il mio avvocato decide quindi di impugnare l'assemblea e mi ritrovo in mediazione nel tentativo di convincere il nuovo amministratore ad affrontare le questioni lasciate insolute, non oberando i condomini diligenti.
Domanda 3: se le due parti non trovano un punto d'accordo, è necessario fare degli incontri di conciliazione prima del giorno effettivo fissato per la mediazione, cioè non si può andare subito in giudizio?

Vi ringrazio.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10169 interventi
20/11/2016 13:52:28
Noto che avete nominato un amministratore Y poco migliore di quello precedente, purtroppo l'ha nominato l'assemblea, presumo con le maggioranze richieste dal Codice (1/2 e 1/2).

Nella fase della tua richiesta di revoca dell'amministratore precedente, che si può fare con la "volontaria Giurisdizione" con un limitatissimo costo, si sarebbero dovuti richiedere "contemporaneamente" i danni patrimoniali subiti per sua gestione, il giudice non avrebbe solo soprasseduto con la clausola di "cessato motivo del contendere"; non essendo comunque al corrente della procedura, non posso darti precisi consigli in merito.

Trovi tutto ciò che ti serve al nostro "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/AmministratNominaRevoca.htm

Sai bene che l'amministratore non può far pagare ai condómini virtuosi le morosità di altri, l'unico modo per procedere è quello di costituire un apposito fondo che sarà restituito quando verranno recuperate le morosità con le procedure previste dal Codice (pignoramento). (resta il fatto che saranno i soliti a corrispondere le rate per questo fondo ....).

http://www.condomini.altervista.org/DecretoIngiuntivo.htm

http://www.condomini.altervista.org/CondominiMorosi.htm

La "giusta causa" per un'eventuale revoca del nuovo amministratore deve essere ricercata nei nuovi articoli del Codice, che la prevedono espressamente.

La "mediazione obbligatoria" preventiva alla causa vera e propria è a carico esclusivo delle due parti (spese burocratiche e compenso al legale) e la tua parte quindi sarà a tuo esclusivo carico, qualsiasi sia l'esito della "mediazione".

Non si può procedere davanti al giudice prima di aver esperito la procedura della "mediazione".

Nella mia "solita" pagina trovi tutto ciò che ti serve per risolvere i tuoi problemi, fai una ricerca utilizzando la funzione del browser che stai usando:

http://www.condomini.altervista.org/

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
amministratore segretario in assemblea
compiti e responsabilità amministratore d.l.124/2019
responsabilità dell'amministratore per lavori ordinari/straordinari
amministratore che non vuole allegare al verbale gli allegati
bilanci non presentati per 7 anni dal precedente amministratore
revoca mandato delegati super-condominio
amministratore con bancoposta
dimissioni dell'amministratore prima del bilancio
tredicesima all'amministratore di condominio
richiesta casellario giudiziale all'amministratore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading