Discussione: Negozio tramutato in abitazione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

DanieleMaria
Utente registrato
13/02/2015
18:45:27
Un condomino col beneplacido dell'amministratore precedente,
ma senza aver chiesto autorizzazione all'assemblea codominiale, ha realizzato da un negozio un'abitazione.
Ora in assemblea sono sorti i problemi:
1- il regolamento contrattuale del condominio autorizza cambi d'uso solo previa Richiesta e approvazione.
2- nella tabella di gestione (non di proprietà) del condominio tutti i negozi hanno millesimi inferiori alle abitazioni in quanto non usufriscono di alcuni servizi condominiali (tipo portierato....)ora invece la nuova abitazione ne usufruisce.
Come derimere la vicenda al meglio?
Ho proposto al Condomino che ha realizzato la nuova abitazione di accollarsi il costo della revisione della tabella millesimale ma ha respinto la proposta.
Grazie per i consigli.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

madi

Utente avanzato
68 interventi
15/02/2015 10:13:57
E' molto probabile che l'assemblea debba rivolgersi all'AG per la revisione delle tabelle, in quanto nella situazione, a mio giudizio, vi sono due "gravi" anomalie:
1) inottemperanza del regolamento di condominio, per la mancata richiesta di cambio di destinazione d'uso;
2) alterazione dei valori millesimali di gestione.
Pertanto credo che un solo condomino (o sarebbe meglio l'assemblea)possa chiedere l'intervento dell'AG. Al condomino che ha realizzato l'abitazione chiarisci che:
a) non avendo rispettato un articolo del regolamento contrattuale potrebbe incappare in conseguenze serie (forse anche con il ripristino dello stato dei luoghi);
b)la spesa per la revisione delle tabelle (che è una concessione fatta dall'assemblea al condomino)non è molto onerosa.
Sentiamo sempre e comunque l'importante parere di Claistron.
Cordialità MADI

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
15/02/2015 18:52:48
Come sempre precisa la risposta di Madi.

Meglio controllare ora se l'autorizzazione comunale alla variazione della destinazione d'uso è stata regolamente concessa.
Il comune rilascia il permesso solo dopo aver acquisito l'autorizzazione condominiale.

Se il permesso comunale non fosse stato rilasciato o fosse stato irregolaqrmente concesso, basterebbe una denuncia all'ufficio edilizia per coinvolgere il comune nella procedura sanzionatoria, che potrebbe essere più onerosa della semplice variazione dei millesimi.

Come ha già illustrato Madi, il riconteggio dei millesimi è una procedura semplice e poco costosa.

Addirittura potrebbe farla qualsiasi condòmino seguendo le procedure ed i coefficienti perfettamente esposti al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/CoefficientiMilesim.htm

Trovi anche i riferimenti giurisprudenziali per far valere i vostri diritti.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
canone affitto negozio commerciale.
sfiato canna fumaria di un negozio a muro
pagamento imu o tasi su unica abitazione locata
tenda di negozio caduta per il vento. proprietario immobile responsabile?
lavori cornicioni e negozio senza proprietà del tetto
posso avere lo studio all'interno dell'abitazione?
problema strada di accesso all'abitazione
abitazione cointestata e numero condomini per calcolo maggioranza assemblea
certificazione impianti abitazione anni 80
limitazioni utilizzo abitazione per lavori straordinari
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading