Discussione: Nuovo scarico per realizzazione 3° bagno

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

gcentos
Utente registrato
12/02/2015
20:05:49
Salve,
ho necessità di ristrutturare e dividere il mio appartamento posto al 7° piano di un condominio, in 3 differenti unità immobiliari.
L'appartamento al momento è già dotato di 2 bagni e relative colonne di scarico.
Per dividere in 3 unità ho la necessità di realizzare un 3° bagno.
L'unica possibilità consigliata da un idraulico è quella di allacciarsi alla colonna di scarico presente sul terrazzo, poichè è certo che sulla stessa colonna, oltre a scaricare le acque bianche del terrazzo, ai piani inferiori la stessa colonna sia utilizzata dagli altri condomini quale colonna di scarico delle acque nere dei bagni.
Le domande sono:
1) Nel caso sia vera l'ipotesi di cui sopra, posso realizzare il 3° bagno e collegarmi autonomamente oppure ci vuole necessariamente l'autorizzazione del Condominio ?
2) Se non posso collegarmi all'attuale scarico del terrazzo, come fare per realizzare il 3° bagno ?
Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
13/02/2015 00:31:06
Commetteresti un illecito e potresti essere sanzionato dal comune.

Dovrai presentare una SCIA (CILA) asservata da un professionista che risulterà responsabile per gli abusi (collegamento di una condotta fognaria nella tubazione delle acque chiare).

Il condominio non può essere autorizzato ad avvalare un illecito, una deliberazione autorizzativa non avrebbe alcun valore.

Ritengo che il professionista (direttore lavori) non si azzarderebbe mai a presentare in comune un progetto simile, in caso di controllo la sanzione potrebbe essere pesantissima, oltre a dover eliminare l'abuso.

Il fatto che altri abbiano commesso lo stesso abuso prospettato non ti dà l'autorizzazione a commetterne altri simili.

In questo caso anche l'amministratore potrebbe essere passibile di sanzioni, ove non rivelasse all'autorità che alcuni condómini sversano acque luride nelle tubazioni comunali delle acque chiare.

Ti consiglio di trovare altre soluzioni.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
ripartizione spesa installazione nuovo autoclave.
inserimento nuovo punto all'odg
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
"catturato" da un nuovo condominio
assemblea andata deserta per nomina nuovo amministratore
nuovo regolamento sulla privacy
quote condominiali risalenti a cinque annia fa. paga il nuovo proprietario?
non accettazione di un regolamento assembleare da parte del un nuovo acquirente di un appartamento
perdita tubo condominiale - bagno smantellato
scarico fognario vicino
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading