Discussione: Diritto di usucapione su parti in comune

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

madi
Utente registrato
03/02/2015
08:32:59
Egr. Claistron
in un condominio che amministro alcuni condomini hanno chiuso i ballatoi davanti ai loro ingressi, con porte e cancelletti.
Solo loro sono in possesso delle chiavi di accesso ai ballatoi nessuno vi transita, in quanto zone al solo servizio dei suddetti e nessuno degli altri condomini si è (ad oggi) mai lamentato.
Possono i suddetti condomini, nel tempo, vantare diritto di usucapione, nonostante le aree (ballatoi) siano di proprietà comune? Se si, cosa consigli di fare per interrompere il diritto vantato?
Cordialità e Gratitudine MADI



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10108 interventi
03/02/2015 18:34:54
Ciao Madi

Abbiamo tante volte parlato della quasi totale impossibilità di usucapione di beni comuni condominiali.

http://www.condomini.altervista.org/SentenzeUsucapione.htm

Il mio consiglio è quello di inviare per iscritto agli interessati il riferimento al 3° comma del 1123, in modo che sappiano che in caso di interventi sulle citate aree, la spesa sarà solo a carico loro.
Se i ballatoi in oggetto sono censiti come proprietà "comune" del condominio, fallo valere e "pretendi" (sempre per iscritto) che ti vengano consegnate le copie delle chiavi, ne hai diritto in qualità di amministratore.

Ciò farà cessare i termini per un'eventuale richiesta di usucapione.

Rispondi


giovannidapavia

Utente semplice
1 interventi
27/04/2018 16:51:00
Buonasera,
sono proprietario di un immobile di una casa di ringhiera a Pavia.
il ballatoio prospiciente all'appartamento del mio vicino (censito come area condominiale) è stato già da molti anni chiuso (dai precedenti proprietari) con dei cancelli che gli riconoscono un uso esclusivo.
Ciò impedisce il mio passaggio all'altra scala dove verrà realizzato un ascensore.
L'amministratore nonostante i miei numerosi inviti a rimuovere le cancellate sostiene che è una questione non di sua competenza che va invece risolta tra me e il vicino che ovviamente non intende rimuovere alcunché.
Cosa devo fare?
Posso essere io a rimuovere, di mia privata iniziativa, i cancelli abusivi?
In caso di giudizio, la causa andrà fatta al vicino, all'amministratore o ad entrambi?
Grazie
Giovanni

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
innovazione su una parte comune
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
servitù di passo coattiva per usucapione
lavori di ristrutturazione e ripartizione costi
costruzione di un fabbricato su suolo comune
diritto di passaggio in casa per accedere ad un lastrico solare
diritto di un condomine in assemblea
lavori condominiali parti comuni e non
ripartizione spese intervento tetto condominiale
delibera ripartizione calore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading