Discussione: acquisto casa: clausola "salvo accettazione mutuo"

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

agrm
Utente registrato
29/12/2014
23:17:08
Buonasera a tutti,
Ho questo tipo di problema:
ho sottoscritto una proposta di acquisto tramite agenzia, dove ho messo la clausola “salvo buon esito del mutuo”, che è stata accettata dopo qualche giorno dalla parte venditrice e portata a mia conoscenza ancora dopo alcuni giorni. Quando ho formulato la proposta ho dato con assegno bancario una caparra del 10% del valore dell’immobile e mi sono impegnata a dare l’ulteriore 10% entro la fine del mese con assegno bancario e la rimanente parte attraverso l’erogazione del mutuo indicando come termine ultimo per il rogito il 20 febbraio. Nella proposta d’acquisto c’è scritto che con l’accettazione della proposta quest’ultima diventa contratto preliminare. Ora io ho l’agenzia che mi pressa che innanzitutto è arrabbiata perché non ho richiesto il mutuo attraverso il loro sistema interno di intermediazione creditizia dicendomi che loro accettano la clausola “salvo buon esito del mutuo” solo se fatto con la loro agenzia in modo che possono controllarla e in seconda battuta mi pressano per avere delle risposte da parte della mia banca al più presto in quanto non hanno alcuna intenzione di attendere fino al 20 febbraio perché per loro è un tempo troppo lungo. Li ho fatti parlare con il direttore della banca che gli ha comunicato che la pratica è stata trasmessa ed è in lavorazione e che siamo in un momento particolare per il periodo natalizio e quindi occorrono tempi tecnici più lunghi, ma che è quasi certo che il 20 gennaio dovremmo avere una risposta definitiva. Premesso che la parte venditrice ora ha un nuovo acquirente al quale vorrebbe vendere; che anche se la proposta di vendita prevedeva che con l’accettazione dovevano essere consegnati gli assegni, questi risultano materialmente depositati presso l’agenzia per loro volontà; l’agenzia non vuole accettare l’assegno dell’ulteriore 10% che dovrei fare entro domani pretendendo che gli firmi un foglio che integra la proposta indicando l’istituto bancario presso il quale verrà fatto il mutuo e che l’accettazione deve avvenire entro e non oltre il 20 gennaio altrimenti verranno restituiti gli assegni e le parti non avranno nulla a pretendere l’una dall’altra ed esonerano l’agenzia da qualsiasi responsabilità in merito. Pretende che firmi questo foglio dicendo che in questo modo siamo tutelati tutti, ma qui non si parla più di preliminare ma di proposta d’acquisto. Io mi sono rifiutata di firmare quest’ultimo e l’agenzia mi ha detto che anche se ci sono le firme dell’acquirente e del venditore sulla proposta fatta su carta intestata dell’agenzia, questa non è valida in quanto manca quella del proprietario dell’agenzia. Se non la firmo non si ritirano l’assegno facendomi venire meno agli impegni presi con la parte acquirente. Come devo comportarmi?
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
30/12/2014 14:49:14
Pare proprio che l'agenzia (o il venditore) ci "stanno provando!".

Il fatto che il preliminare sia "condizionato" dall'accettazione del mutuo da parte della banca, potrebbe escludere che esso sia veramente un "preliminare d'acquisto" con tanto di caparra confirmatoria, bensì una semplice "proposta" non completamente vincolante per entrambe le parti, come l'agenzia sta ad indicare.

Normalmente l'agenzia non versa gli assegni (caparra) fino a che la "proposta" non diventa un vero "preliminare" o meglio "compromesso di comprevendita di immobile".

Rileggi con attenzione il contratto preliminare da te sottoscritto in modo tale da accertare se si tratta proprio di "compromesso" vincolante.

Se non vi sono valide e chiare clausole rescissorie per entrambe le parti, il contratto deve essere comunque rispettato fino alla data indicata per l'acquisizione del mutuo.

Insomma, fai pure la voce grossa.



Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
non accettazione di un regolamento assembleare da parte del un nuovo acquirente di un appartamento
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
causa e spese straordinarie pendenti in acquisto casa
clausola compromissoria in contratto di locazione.
guasti e riparazioni dopo l'acquisto
maggioranze per accettazione servitù di passaggio
possibilita" di annullare proposta d"acquisto accettata
locazione con scrittura privata per futuro acquisto
acquisto di nuovo immobile
proposta di acquisto immobile irrevocabile
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading