Discussione: Contratto di locazione - per uso abitativo

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
02/05/2006
18:53:39
Salve,

Mio babbo, locatore/propietario di un appartamento in Roma stipulo' un contratto di locazione nel 1997, di durata di due anni, con scadenza nel 1999 regolarmente notificato all'ufficio del registro atti privati.

Da quel contratto al giorno d'oggi non vi sono ulteriori contratti, ne tanto meno aggiunte scritte formali.

Tuttavia il rapporto dalla data di fine contratto nel 1999 non è stato ne rinnovato in nessuna forma da parte sia del locatore che del conduttore.

Pertanto esiste solo questo contratto come riferimento.

Di fatto senza alcun accordo scritto il rapporto do locazione ha avuto seguito in modo tacito dalla data di scadenza del contratto a tutt'oggi, questo significa che il conduttore ha versato sempre le quote di affitto( 450.000 lire)in riferimento al contrattoe allo stesso tempo non è stato depositato alcun altro contratto all'ufficio di registro atti privati.

Pongo questa premessa perche'in accordo con mio babbo vorrei andare in questo appartamento, ma non sono a conoscenza delle modalita, se ci sono, per liberare l'appartamento dagli inquilini attuali.

Gli inquilini sono extracomunitari con permesso di soggiorno,un nucleo familiare di 7 persone di cui due marito, moglie e 5 sono i figli.

Grazie in anticipo per qualsiasi informazione



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10154 interventi
02/05/2006 20:00:14
Buongiorno

Di norma i contratti durano quattro anni tacitamente rinnovabili per altri quattro salvo necessità del locatore.
Infatti la durata del contratto cosidetto "libero" previsto dall'articolo 2 comma 1 della legge 431/98 è di quattro anni, rinnovabile automaticamente per altri quattro, qualsiasi durata inferiore è nulla, ciò significa che durate inferiori dovranno essere ricondotte a questa minima, salvo una serie di casi particolari nei quali il proprietario può impedire il rinnovo per l'ulteriore quadriennio provando l'esistenza di validi motivi a base della sua richiesta.

Alla luce di quanto affermi, potrebbero esserci problemi sul contratto da voi stipulato, sia per la durata sia per il rinnovo.

Ti consiglio di appoggiarti ad una associazione di proprietari immobiliari della tua città per sottoporre la situazione e trovare le modalità corrette per ottenere il rilascio dell'appartamento.

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
03/05/2006 21:57:07
Alla luce di cio', deduco che sia inteso come un primo contratto come 4+4 e nella sua tacita rinnovazione altri 4+4, credo sia questo lo scenario o sbaglio?!

Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10154 interventi
04/05/2006 09:36:42
Il contratto scade al termine dei 4+4 e può essere rinnovato modificandone le condizioni, per la stessa durata iniziale.

Il vostro caso si prospetta ormai difficile, ecco perchè ti ho invitato ad appoggiarti ad un'associazione della tua città.

Staff

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
responsabilità amm. su stipula contratto di appalto
registrazione contratto di comodato?
locazione immobile commerciale - buona entrata
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
contratto di affitto aggiunta.
contratto di affitto.
amministratore senza contratto
contratto pluriennale manutenzione ascensore
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading