Discussione: Occorre una scrittura privata per installare una linea vita comune su tetto di condominio orizzontal

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

terri710
Utente registrato
05/05/2014
13:02:14
Buongiorno
se su un tetto di condominio orizzontale (4 villette a schiera), i proprietari volessero installare linea vita anticaduta, tratterebbesi di innovazione. Il nuovo impianto rientrerebbe tra quelli comuni, ma i tetti sottostanti sarebbero di proprietà esclusiva. Io penso che per deliberare occorrerebbe fare una scrittura privata dei proprietari che si impegnano tutti nessuno escluso (e non la maggioranza) all'esecuzione dei lavori (incarico a un unico progettista, ecc)e al pagamento delle spese (con fatture separate e bonifici singolarmente eseguiti ai fini delle detrazioni fiscali). Inoltre ogni proprietario si deve ritenere committente in caso di manutenzione sul tetto (ogni villetta ha un accesso privato al tetto) con conseguenti responsabilità personali, sia civili che penali.
All'amministratore competerebbe soltanto la manutenzione di un impianto comune aggiuntivo, con rilascio dei controlli effettuati periodicamente ai condomini committenti dei futuri lavori sul tetto.

Che valenza avrebbe la scrittura privata nel caso di passaggio di proprietà delle villette?

Grazie, per l'aiuto.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10159 interventi
05/05/2014 20:09:54
Hai parlato di villette a schiera.

Tutto il fabbricato, dalle fondamenta al tetto in verticale, è proprietà privata e quindi l'amministratore non avrebbe competenza, non essendo parte comune.

Ogni proprietario può disporre del proprio tetto come vuole, senza dover chiedere permessi o scritture ai proprietari adiacenti.

Leggi i riferimenti al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/Villette.htm

Rispondi


terri710

Utente semplice
5 interventi
05/05/2014 22:02:17
Ma se i proprietari volessero cercare un accordo per installare una linea vita COMUNE composta da un unico filo d'acciaio che percorre in lunghezza tutti i tetti, sarebbe necessaria una scrittura privata? E la nuova installazione essendo comune ricadrebbe nel novero delle parti comuni e verrebbe manutenuta dall'amministratore, pur rimanendo i singoli proprietari i committenti responsabili dei futuri lavori sulla propria porzione di tetto.

Rispondi


claistron

Staff
10159 interventi
06/05/2014 21:03:18
Non te lo consiglio.

Le cose in comune portano a conflitti futuri.

Se si danneggiasse la porzione di cavo sopra una singola proprietà, chi dovrebbe pagare.

Non capisco perchè insisti a fare cose "comuni" quando invece ognuno può fare da sé; tanto i costi sono convinto non cambino molto.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
maggioranza per elezione delegato al super-condominio
assemblea delegati in super condominio
revoca mandato delegati super-condominio
palo della luce in una proprietà privata
tredicesima all'amministratore di condominio
innovazione su una parte comune
rete fognaria orizzontale
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
numero minimo di ui per definire un super-condominio
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading