Discussione: adeguamento impianto metano esistente: chi paga?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

jerrino77
Utente registrato
16/01/2014
15:47:08
Buongiorno a tutti, mi sono iscritto a questo forum perché ho bisogno di aiuto per risolvere una piccola "grana".
Dunque, attualmente abito in un condominio servito da un bombolone di gas GPL, che però vogliamo cambiare. Abbiamo quindi richiesto un sopralluogo ad un tecnico Italgas per allacciarci alla rete del metano.
Nel 1987 è stato posto in opera l'impianto metano da una ditta per conto di Italgas. Tale ditta, purtroppo ha lasciato i lavori un po' a metà (mancano dei piccoli tratti di tubazione ed altre minuterie), ma cosa essenziale non ha installato le cosiddette "staffe" su ogni balcone per attaccare il contatore. Quindi, per allacciarci alla rete, dovremmo sostenere una spesa di circa 350€ ciascuno per poter adeguare l'impianto. Il tecnico Italgas, però, ha spiegato che se ci è stato assegnato un codice per il PdR (ce ne sono stati assegnati 9) la staffa dovrebbe essere stata comunque installata all'epoca. Ora, il tecnico ha preso tempo per verificare il vecchio contratto che dovrebbero avere in archivio, così da poter valutare sia le spese che l'eventale competenza delle stesse. Siccome però voglio arrivare all'incontro il più preparato possibile, chiedo: visto che ogni condomino ha avuto un codice per il punto di riconsegna, l'eventuale adeguamento dell'impianto a chi spetta?

Grazie per l'attenzione



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10154 interventi
16/01/2014 23:14:06
Essendo le tubature di adduzione del metano "private" e non condominiali, la spesa è imputabile direttamente ad ogni singolo proprietario.

Al massimo parte delle tubature possono essere "comuni" a più proprietari.

Hai parlato di 1987, difficile quindi imputare manchevolezze alla ditta che ha lavorato per la posa dell'impianto, è passato troppo tempo.

La parte dell'impianto mancante sarà quindi a cura e pagata dai singoli proprietari, il condominio nel suo complesso non è interessato.

Oltretutto l'impianto dovrà essere "certificato" da un professionista qualificato, l'azienda del gas non immetterà il metano nelle tubazioni finchè non sarà fornita da ogni singolo proprietario la prevista certificazione.

Rispondi


jerrino77

Utente semplice
2 interventi
17/01/2014 08:11:15
Buongiorno claistron e grazie per l'interessamento.. Il problema però è che nel 1987 questo lavoro è stato fatto e pagato, con regolare fattura che qualche condomino ancora conserva. Perché quindi per una manchevolezza della ditta installatrice dovrei essere costretto a pagare di nuovo? Come mi è stato spiegato, se mi è stato assegnato quel codice, queste parti mancanti dovevano per forza esserci, e noi di sicuro non le abbiamo tolte..

Rispondi


claistron

Staff
10154 interventi
17/01/2014 11:51:38
Questa è una tua interpretazione "personale", se vi erano vizi di forma rispetto all'originario contratto dovevi farli valere entro i termini previsti dal Codice.

Ti rendi conto che sono trascorsi 26 anni dalla fattura, ormai non puoi fare niente.

Anche se volessi fare un ricorso giudiziario, saresti condannato per lite temeraria.

Rispondi


jerrino77

Utente semplice
2 interventi
17/01/2014 17:02:47
Lite temeraria.. come fare a schiaffi con un orso! Comunque, visto che è appurato che è la ditta esecutrice ad essere in difetto, nessuna delle due parti può rivalersi su di essa?

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
lavori impianto idraulico e scarichi
pianta impianto idraulico
spese condominiali a fronte di un impianto fotovoltaico non attivo
taglio giardino condominiale e adeguamento garages
dissenzienti per impianto videosorveglianza
distacco impianto centralizzato del riscaldamento
impianto di riscaldamento centralizzato dismesso
installazione impianto videosorveglianza
lavori adeguamento centrale termica e certificato prevenzione incendi
condomino distaccato dall'impianto centralizzato di riscaldamento
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading