Discussione: divieto di pagamento canoni di locazione in contanti

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

arcy
Utente registrato
14/01/2014
20:14:56
Come noto, a decorrere dal 1° gennaio 2014 è fatto divieto assoluto di saldare i canoni di locazione abitative in contanti ma solo con strumenti tracciabili (bonifici, assegni bancari, circolari ) costringendo molti affittuari ad aprire conti correnti bancari o quanto meno farsi carico di ulteriori spese per bonifico o assegno circolare al fine di scongiurare un asanzione amministrativa fino al 40 %. Ma questo, giochetto a che pro? Se i contratti di locazione sono regolarmente registrati all'ADE? Forse chi ci sguazza in questa situazione sono le banche che sfruttano i giorni di valuta di assegni e bonifici (moltiplicati per migliaia di inquilini) per fare i stracavoli propri....
La mia domanda è, esiste una fase di transizione, che consente entrambe le modalità (contante o assegni) oppure il termine primo gennaio è vincolante?
Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
15/01/2014 14:32:00
Il termine è vincolante.

È stato appurato che c'è troppo "nero" in questi contratti, non si riuscirà certamente a risolvere tutte le evasioni, ma è un primo passo per contrastare l'evasione fiscale che in questo settore è gravissima.

Oltretutto in Italia tutti devono comunque avere ormai un c.c. bancario o postale per poter incassare stipendi e pensioni.

Ricorda anche che è già in vigore da tempo il divieto di pagamento in contanti per somme oltre i 1.000€.


Rispondi


arcy

Utente avanzato
43 interventi
15/01/2014 20:43:44
se il contratto è regolarmente registrato all'ADE, non capisco di che evasione possa essere riconducibile invece se la locazione è in NERO continuerà ad essere sempre in nero , Lo Stato non lo scoprirà sicuramente con questa disposizione di legge.
Piuttosto mi sembra non corretto, obbligare, in questo momento storico poco roseo gli affittuari che già di per sè fanno fatica a pagare il canone, ad aprire c.c. bancari con ulteriore spese a loro carico (tra l altro se non hanno un euro cosa dovranno depositare?).

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
16/01/2014 14:51:20
Uno stipendio o pensione vengono presi da ogni famiglia, per cui il c.c. diventa obbligatorio, insomma, tutti ce l'hanno.

Sai meglio di me quanta evasione esiste in questo settore.

Ben ha fatto la legge a porre dei paletti, anche se chi lo vuole continuerà a fare come sempre.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
divieto di animali domestici in affitta-camere
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
locazione immobile commerciale - buona entrata
pagamento diretto ad impresa appaltrtice
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
sollecito pagamento inquilini
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
intimazione di sfratto per morosità - locazione commerciale
pagamento prima rata 2018 senza approvazione preventivo
pagamento corso di aggiornamento non ancora registrato
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading