Discussione: Obbligo a formare condominio 2

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
12/04/2006
15:34:13
Quindi anche se siamo case indipendenti e costruite in periodi diversi dobbiamo per forza avere un amministratore e creare un regolamento come fossimo un condominio? Ancora grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
12/04/2006 16:42:50
Il Codice prevede che quando vi siano parti "comuni" si debba nominare un amministratore (oltre le 4 unità immobiliari).
Un regolamento per "regolamentare" le parti comuni è necessario quando le unità immobiliari siano 10.

Qui trovi la bozza di un regolamento:

http://www.condomini.altervista.org/RegolamentoBozza.htm

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
12/04/2006 19:23:05
1.1 - Il Codice civile e gli articoli.
Per condominio si intende: "un edificio diviso per piani o porzioni di piano di proprietà di due o più persone, in cui esistono zone di proprietà esclusiva e zone di proprietà comune a servizio delle singole unità immobiliari".
Scusate se insisto, ma noi non siamo divisi per piani o porzioni ma siamo casette indipendenti, quindi ciò che ci obbliga è la strada comune? Ci terrei a saperlo perchè se dovessi cambiare casa non vorrei ricadere nell'errore e se così fosse suppongo che se fossimo su una strada comunale o provinciale non avrei più il problema. infinitamente grazie

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
12/04/2006 22:43:47
Devi credere a quanto ti dico, se il Codice non può entrare nel merito di ogni singolo problema, allora vengono in aiuto le sentenze come questa:

Le norme che disciplinano il condominio riguardano gli edifici, la cui proprietà è oggetto di una divisione "orizzontale", perchè i diversi piani o porzioni di piano appartengono a proprietari diversi (art. 1117 c.c.). Non si ha condominio quando, invece, vi sono edifici totalmente distinti ed autonomi. Allorchè, tuttavia, più edifici contigui, ma autonomi, abbiano o diano luogo a beni o servizi destinati permanentemente ed oggettivamente all'uso e al godimento di tutti, sono applicabili ai beni e servizi comuni le norme sul condominio, ed in particolare quelle previste dall'art. 1117 c.c. Trib. Milano, 14 giugno 1993

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
13/04/2006 16:58:45
Non ho una risposta, ma un ulteriore domanda su questo tipo di condominio. Anche io ho una casetta independente in un quartiere costituito da villette autonome che in comune hanno la strada. Ora fattostando l'obbligo di costituire un condominio (malgrado il quartiere sia nato piu' di 25 anni fa, senza amministrazione e quindi ripartendo le spese in quote uguali):
1) e' obbligatorio l'applicazione dei millesimi?
2) quali vantaggi e svantaggi mi comportano l'applicazione dei millesimi?
Ringrazio anticipatamente.

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
13/04/2006 18:35:02
Buongiorno Patty

Quando si "costituisce" il condominio si sottoscrive un regolamento (contrattuale).
Deve essere accettato all'unanimità.
Le norme da applicare sono quelle del Codice Civile.
Suddivisione delle spese per le parti comuni in base ai millesimi di proprietà (possono andare bene i valori catastali se non avete ancora la tebella millesimale).

Nulla vieta che all'unanimità possiate decidere di ripartire le spese anche in parti uguali.

Puoi informati qui:

http://www.condomini.altervista.org/

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
16/04/2006 11:38:31
Chiedo ancora: in una situazione come la nostra cioè singole case che amministrano in comune una strada e il relativo passo carrabile cosa si considera ordinario e cosa straordinario lo stabiliamo noi al momento della composizione del regolamento o esitono già dei parametri? Ad esempio noi siamo in un paese dell'entroterra ligure e quando nevica viene chiamato uno spartineve che pulisca la strada, questo si può considerare straordinario perchè non si può prevedere, ordinario perchè qui almeno una volta all'anno nevica o lo possiamo stabilire noi quando stiliamo il regolamento?Grazie per le risposte

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
17/04/2006 00:18:24
Buongiorno Mati

Si considerano spese ordinarie quelle che normalmente servono all'uso e al funzionamento della cosa comune della cosa comune.
Per straordinarie si considerano quelle che servono a tenere efficienti le parti comuni condominiali, ad esempio la ristrutturazione del tetto, la ripitturazione della facciata, la riasfaltatura dei cortili interni, ecc.

A mio avviso la pulitura della strada dalla neve rientra tra le spese ordinarie in quanto necessaria all'uso stesso del bene comune, non è indicativo il fatto che nevichi saltuariamente.

Staff

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
assemblea delegati in super condominio
revoca mandato delegati super-condominio
tredicesima all'amministratore di condominio
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
numero minimo di ui per definire un super-condominio
un condomino può farsi assistere nella riunione di condominio dal suo avvocato?
condominio senza amministratore ad insaputa dei condòmini
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
decreto ingiuntivo al condominio: è obbligatorio indicare il codice fiscale?
amministratore di condominio e proprietario di maggioranza
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading