Discussione: Richiesta convocazione assemblea da parte dei condomini

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

PAOLINO45
Utente registrato
10/11/2013
11:07:55
Buongiorno a tutti.
Il nostro regolamento prevedere che per richiedere una assemblea occorrono le firme del 50% dei condomini e del 50% dei millesimi. La nuova legge prevede 2 condomini e 1/6 del valore millesimale.
Quale norma va seguita per la richiesta di assemblea?
Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

madi

Utente avanzato
68 interventi
10/11/2013 12:39:18
Il regolamento di condominio, soprattutto se è contrattuale, può derogare alla legge quando i suoi articoli sono migliorativi della legge stessa.
Nel Vs caso credo sia proprio così: possono convocare l'assemblea il 50% dei condomini con il 50% dei millesimi.
Cordialità MADI

Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
10/11/2013 23:38:02
Anche prima della legge di riforma del condominio, anche solo 2 condómini e almeno 1/6 del valore millesimale potevano richiedere "l'autoconvocazione" dell'assemblea.
La modalità è stata ribadita dai nuovi articoli del Codice.

Il vostro regolamento può "derogare" dal Codice solo se lo stesso è "Contrattuale", cioè da tutti sottoscritto al momento del rogito; se invece il regolamento è solo "condominiale" e quindi approvato "a maggioranza", lo stesso non può derogare dal Codice ed andare contro i diritti sanciti dalla legge, cioè il diritto di autoconvocazione dell'assemblea.

Rispondi


PAOLINO45

Utente avanzato
14 interventi
12/11/2013 18:09:50
Preciso che il nostro regolamento è stato approvato in assemblea, credo con voto unanime, e non allegato all'atto di assegnazione degli alloggi della coopertiva.
Le risposte sono tra loro diverse; quale è quella da considerare?
Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10202 interventi
13/11/2013 12:47:23
Una deliberazione approvata "all'unanimità" ha valore "contrattuale" (nel vostro caso ho dei dubbi che in un'assemblea fossero tutti presenti).

Come ti ho detto sopra, se il regolamento è stato approvato all'unanimità e quindi contrattuale, allora può prevalere sugli articoli del Codice; se invece fosse stato approvato a maggioranza o in assenza di qualche proprietario, il regolamento viene considerato "condominiale" e non può prevalere sul dettato del Codice.
In questo secondo caso, come ti ho detto sopra, almeno due condomini e 1/6 dei millesimi sono autorizzati ad autoconvocare l'assemblea, come confermato anche dalla legge di riforma del condominio.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
procedura assembleare per ecobonus 110%
ancora sulla idoneità delle maggioranze in assemblea
richiesta estrazione copie art. 1130 bis
ecobonus 110 in condominio
installazione citofono cancello condominiale
condominio e b&b ; segnalazioni all'amministratore delle presenze
assicurazione condominiale
archivio on line non concordato in assemblea
durata gestione e compenso amministratore condominio
costruzione pergola su terrazza condominiale privata
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading