Discussione: Barbecue in giardino condominiale

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

mari14
Utente registrato
25/10/2013
10:14:54
Buongiorno,
il nostro regolamento condominiale non dice nulla in merito alla possibilitÓ di allestire barbecue nel giardino condominiale.
Il nostro Comune non vieta i barbecue nelle areee private.
Dal momento che su 32 condomini quelli che organizzano barbecue nel giardino condominiale sono sempre gli stessi (5/6, oltre a innumerevoli ospiti esterni) gradirei sapere se Ŕ possibile inserire nel regolamento condominiale il divieto di fare il barbecue.In tal caso quale deve essere il quorum in millesimi e teste.
Il barbecue utilizzato da questi condomini Ŕ di quelli removibili, non fissi in muratura.
grazie.




Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

madi

Utente avanzato
68 interventi
25/10/2013 11:58:42
Ogni condomino pu˛ proporre qualsivoglia argomento all'interno del regolamento condominiale, sempre che non si ledano i diritti altrui e si rispetti l'art. 1138 c.c.
Il terzo comma del suddetto articolo indica la maggioranza per l'approvazione del regolamento (II comma art. 1136: maggioranza degli intervenuti e almeno la metÓ del valore dell'edificio).
CordialitÓ MADI

Rispondi


mari14

Utente avanzato
21 interventi
25/10/2013 13:40:09
Grazie Madi,
se ho capito bene, maggioranza intervenuti e almeno metÓ valore edificio: nel nostro caso minimo 17 teste su 32 e 501 millesimi, potremmo anche farcela.
Noi non lediamo il diritto altrui, un giardino condominiale non Ŕ preposto per fare i barbecue (se non Ŕ stato approvato d'installare quelli in muratura), semmai sono loro che ledono il nostro diritto alla quiete.
E' giusto?
Graze 1.000

Rispondi


claistron

Staff
10154 interventi
25/10/2013 19:26:50
Una clausola del regolamento che limitasse il diritto previsto dal primo comma dell'art. 1102 del Codice Civile potrebbe essere validamente impugnata da ciascun proprietario nel condominio e sicuramente verrebbe revocata dal giudice.

Il giardino condominiale Ŕ al servizio dei condˇmini per il maggior godimento: passeggiate, prendere il sole, ritrovarsi per mangiare e bere, ecc.

Se il barbecue usato non Ŕ una struttura fissa, non lo si pu˛ bloccare solo perchŔ le persone che ci stanno intorno disturbano la quiete; RIFLETTI!

Sono due cose diverse, insomma, non si pu˛ impedire l'uso del barbecue, non Ŕ ammissibile, anche se inserito in un nuovo regolamento condominiale.

Solo un regolamento approvato "all'unanimitÓ" (contrattuale) potrebbe disporre di un simile divieto.
Anche la Suprema Corte Ŕ pi¨ volte intervenuta su questo argomento, dichiarando nulla una clausola regolamentare (a maggioranza) che vietasse o limitasse in questo modo l'uso del bene comune.

I condˇmini possono proporre ricorso solo nella sfera di disturbo alla quiete pubblica ai sensi dell'art. 844 del c.c.

Ti consiglio di leggere i riferimenti al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/RumoriMolesti.htm

Se hai ancora dei dubbi, trovi tutto ci˛ che ti serve qui:

http://www.condomini.altervista.org/

Rispondi


mari14

Utente avanzato
21 interventi
26/10/2013 11:13:41
Claistron, grazie, so benissimo che nn Ŕ facile.
Inoltre un barbecue removibile non Ŕ sicuro, considerato che ci sono alberi nelle vicinanze.
Non capisco come mai per installare barbecue fissi in muratura serve la maggioranza all'unanimitÓ (non credo solo per una ripartizione dei costi) quelli removibili no, Ŕ un po' anomalo.
Il nostro giardino Ŕ ampio, potrebbero fare le feste sotto i balconi di chi organizza.
L'amministratore aveva giÓ sollevato la questione, pregandoli di recare meno disturbo, non Ŕ servito a nulla.
Dimostrare disturbo alla quiete pubblica art 844, credo sia pi¨ facile dirsi che farsi.

Rispondi


madi

Utente avanzato
68 interventi
26/10/2013 12:36:54
Egr.mari14 vi Ŕ bisogno della unanimitÓ, per il barbecue in muratura, in quanto la struttura fissa altera la destinazione d'uso del bene (come di CLAISTRON: "passeggiate, prendere il sole ecc.").
Mentre per quanto riguarda l'art.844, non credere sia tanto complicato. In un caso che mi ha visto protagonista,Ŕ stato evidenziato che pur non superando i limiti previsti, fumi e rumori erano continui e quindi intollerabili.
CordialitÓ MADI

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
richiesta dettaglio in bolletta condominiale.
parcheggio cortile condominiale
applicazione del concetto di decadimento della solidarietÓ condominiale
delibera per lavori su area verde extracondominiale
anagrafica condominiale e dati affittuario
corte condominiale problemi
ripartizione spese intervento tetto condominiale
caldaia e stendibiancheria in giardino privato
soppressione caldaia condominiale
conto corrente condominiale con duplice funzione
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading