Discussione: Distanza legale tra costruzioni

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

lucio2
Utente registrato
23/05/2013
17:57:01
Due immobili "A" e "B" di tre piani ciascuno sono finitimi ed appartenenti a proprietari diversi.

La proprietaria dell'immobile "A" riceve una citazione da parte del proprietario dell'immobile "B" la cui domanda è tesa alla demolizione della parte terminale del tetto che, a loro avviso, risulta essere stata sopraelevata di un metro circa in occasione del rifacimento del tetto a falde in legno e coppi avvenuto oltre 25 anni fà in quanto non rispettosa delle distanze legali vigenti.

Tale domanda, qualora fosse provata, può essere azionata dopo venticinque anni?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10141 interventi
23/05/2013 20:28:33
Se non sussistono problematiche relative ad altri tipi di abuso (comunali), il "sopraelevatore" dovrebbe ormai aver acquisita l'usucapione ventennale del diritto alla sopraelevazione.

Insomma, bisognava muoversi prima, ormai è troppo tardi.

Conviene fare tutti gli accertamenti presso l'ufficio edilizia del proprio comune e controllare se esistano ancora modi e termini per procedere, come ad esempio l'evasione degli oneri di sopraelevazione.

Rispondi


lucio2

Utente avanzato
12 interventi
24/05/2013 19:08:30
La mia cliente sostiene che tale lavoro nella copertura se è stato fatto è stato fatto dal padre deceduto nel 1963 e non quindi 25 anni fà come sostiene controparte nell'atto di citazione. Al comune non sussiste alcun documento e/o autorizzazione dato per tale opera; in più a tale data (1963)il Comune in questione tra l'altro, non era dotato neppure di piano regolatore.(In tal caso vigevano solo le norme del c.c.?)

Potresti specificare meglio cosa intendi con "se non sussistono problematiche relative ad altri tipi di abuso (comunali)"?

Rispondi


claistron

Staff
10141 interventi
24/05/2013 20:11:05
E' necessario trovare anche una pur minima documentazione che il lavoro in oggetto è stato fatto ancor prima del 1963: vecchie foto, ricevute di pagamento; in mancanza, basta anche solo la testimonianza di qualche vicino che al momento ha assistito ai lavori.

Se il lavoro è stato fatto ai tempi citati, non si può mettere in atto alcun tipo di ricorso, sarebbe solo lite temeraria, con tutte le conseguenze.

Leggi anche qui:

http://www.condomini.altervista.org/distanze.htm

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
sottrazione alla azione legale
scrittura privata a distanza
procedura di sfratto senza avvalersi di un legale
distanza rete frangivento
morosità di una s.r.l.: risponde il legale rapp. p.t.?
installazione cancello carraio. obbligo di distanza?
azione legale contro ex amministratore
maggioranza per deliberare per causa legale
distanza tra pareti finestrate - usucapione?
vecchio proprietario - spese causa legale a suo tempo deliberata
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading