Discussione: Spese riparazione balcone

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Endriu
Utente registrato
16/04/2013
17:29:00
Buongiorno.
Pongo un quesito: vivo in un appartamento in villa, al piano terra.
La persona che abita sopra di me ha avuto un danno al proprio balcone: si sta scrostando l’intonaco e c’è la necessità di intervenire.
Sono già informato in merito alla giurisprudenza in merito alla ripartizione delle spese: le sentenze che hanno preso in esame la ripartizione delle spese riguardante i balconi aggettanti affermano che essi costituiscono il prolungamento della corrispondente unità immobiliare e, quindi, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa; soltanto i rivestimenti ed elementi decorativi della parte frontale e di quella inferiore, quando si inseriscono nel prospetto dell'edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole, si debbono considerare beni comuni a tutti, per cui le relative spese (delle parti esterne) vanno suddivise tra i condomini in base ai millesimi.
Qui arriva la mia domanda: se il danno esterno al balcone è da ricondursi ad infiltrazioni di umidità provenienti dall’interno del balcone a causa di piastrelle e guaina scadenti, le spese di riparazione devono ugualmente suddividersi tra i condomini oppure è ravvisabile una sorta di “responsabilità diretta” del proprietario del balcone, per cui le spese di riparazione devono essere sostenute interamente da lui?
Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10185 interventi
17/04/2013 08:40:11
Ricorda sempre che il balcone in oggetto si comporta come un "tetto".

La parte superiore (pavimento, soletta) compete al proprietario dell'unità immobiliare cui fa da accessorio e riveste il carattere di un prolungamento del suo pavimento, la parte sottostante non è altro che il prolungamento del tuo soffitto e ti fa da protezione dalle intemperie.

Si potrebbe imputare la spesa di riparazione al proprietario superiore in quanto è suo compito non permettere infiltrazioni dal pavimento del suo balcone aggettante.

La giurisprudenza cui fare riferimento sai bene che la trovi al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/BalconiProprieta.htm

Rispondi


Endriu

Utente semplice
1 interventi
18/04/2013 17:11:57
Ciao e grazie per la risposta.

Ulteriore nota: il mmio vicino ha un appartamento su due livelli, ed il terrazzo che si sta scrostando è al suo piano superiore, per cui al di sotto c'è ancora lui.
Il problema è che lui sostiene che la spesa vada divisa perchè il terrazzo fa parte della facciata (e su questo la giurisprudenza gli dà ragione) ma la causa, a mio parere, è da ricercarsi nelle infiltrazioni di acqua che ha avuto fino ad oggi, tanto è vero che lo scrostamento sta avvenendo alla base della parte in muratura, all'altezza del canalino di scolo.

Posso chiedere che paghi solo lui la riparazione? Chi è che decide in caso di controversia?

Grazie
Andrea

Rispondi


claistron

Staff
10185 interventi
19/04/2013 20:03:59
Se leggi con attenzione nei riferimenti giurisprudenziali che ti ho proposto noterai che solo i frntalini "di pregio" dei balconi o terrazze sono parte comune.
Non penso sia il tuo caso.

Hai letto anche che le terrazze di proprietà esclusiva debbano essere mantenute per 1/3 dal proprietario e per i 2/3 tra tutti i proprietari sottostanti cui fa da tetto.

Hai potuto leggere anche che se il proprietario non cura la manutenzione minima, ne risponde personalmente.

Rispondi


Lucia51

Utente avanzato
20 interventi
26/04/2013 16:24:49
Scusa, a me hanno detto che anche gli altri condomini sono responsabili dei danni provocati da infiltrazioni di acqua del lastrico solare perchè dovrebbero controllare se il proprietario esclusivo cura il lastrico stesso. Ma in che modo un condomino può andare nella proprietà altrui ad imporre di fare la dovuta manutenzione? Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10185 interventi
27/04/2013 13:47:27
Se leggi con attenzione le sentenze della suprema corte di Cassazione ti convincerai che anche il proprietario esclusivo deve usare l'attenzione del buon padre di famiglia per la manutenzione e gli altri condómini hanno "il diritto" di controllare una volta ogni tanto.

All'amministratore e agli altri proprietari che sono comunque anche proprietari del tetto in uso esclusivo, non può essere impedito di accedere per un saltuario controllo.

Rileggi .....

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
spese personali pulizie scale
spese individuali per recupero morosità
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
riparto spese per assicurazione fabbricato
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
ripartizione spese intervento tetto condominiale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading