Discussione: Le deleghe valgono come voto?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
29/03/2006
19:46:49
Esempio: se io ho una delega, durante una votazione il mio voto vale anche per la delega?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10245 interventi
29/03/2006 20:14:40
Buongiorno Diego

Se tu voti in assemblea e porti la delega di un altro condómino, tu "vali" due voti come numero e naturalmente la somma dei valori millesimali tuoi e dell'unità immobiliare cui si riferisce la delega.

Per controllare le maggioranze necessarie per votare nelle assemblee, collegati qui:

http://www.condomini.altervista.org/MaggioranzeAssemblee.htm

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
29/03/2006 20:52:44
Esiste un articolo di legge a proposito?

Rispondi


claistron

Staff
10245 interventi
29/03/2006 23:51:55
Leggi il regolamento del tuo condominio innanzitutto, potrebbe contenere limitazioni al numero delle deleghe.

Ogni condomino può intervenire in assemblea a mezzo di un rappresentante, pertanto se nulla dice a riguardo il regolamento, chiunque, condomino o estraneo o anche l’amministratore, può essere portatore di deleghe.

Il verbale dell'assemblea del condominio, anche nella parte in cui indica la presenza, di persona o per delega, dei condomini, offre una prova presuntiva, di modo che spetta al condomino che impugni la deliberazione, contestando la rispondenza a verità di detta indicazione, di fornire la relativa dimostrazione.
Cass. civ., sez. II, 11 novembre 1992, n. 12119


Qualora all’ordine del giorno dell’assemblea condominiale vi sia la conferma o meno dell’amministratore in carica, l’esame e l’approvazione del bilancio consuntivo, l’amministratore, non può votare in qualità di delegato di un condomino se nella delega il condomino stesso, non abbia espresso la sua volontà circa il voto da esprimere in assemblea e abbia quindi lasciato la massima facoltà di espressione di voto all’amministratore. In tali casi l’amministratore non potrà votare neanche con la delega, in quanto si trova in una situazione di conflitto di interessi; perché le decisioni da prendere, infatti, riguardano proprio il suo operato. Cassazione Sez. III, N° 10683, del 22/7/02

In difetto di norme particolari, i rapporti tra il rappresentante intervenuto in assemblea ed il condomino rappresentato sono disciplinati dalle regole del mandato, con la conseguenza che solo il condomino delegante è legittimato a far valere gli eventuali vizi della delega. Cass. civ., sez. II, 26 aprile 1994, n. 3952

Come hai potuto leggere la delega è regolamentata dalle norme del Codice sul "mandato".

Staff

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
22/09/2007 21:42:08
in un edificio sono stati effettuati dei lavori che hanno interessato anche appartamenti di proprietà privata in particolare il mio appartamento ha subito dei danni causati specialmente dalla chiusura della finestra della cucina. l'amministratore mi ha informato che esiste un verbale di riunione condominiale di alcuni anni fa in cui un altro condomino ha presentato una mia presunta delega (che non ho mai dato) con cui ha votato a mio nome per cui questi lavori che sono dannosi per la mia proprietà hanno avuto la mia approvazione (cosa assurda). vorrei sapere se esiste un limite al valore di una delega (presunta) e se il condominio anche se questa delega valesse per assurdo può decidere di danneggiare il mio appartamento chiudendomi la finestra della cucina.
n.b. molto prima di questa delibera ho diffidato legalmente il mio condominio di effetttuare lavori nel mio appartamento.
saluti

Rispondi


claistron

Staff
10245 interventi
22/09/2007 22:25:08
Sarebbe stato più opportuno inserire un "nuovo" quesito, non rirenderne uno vecchio di oltre un anno.

Avevi tutto il tempo previsto dal Codice (30 gg) per impugnare la deliberazione dal momento in cui sei venuto a conoscenza della decisione per te penalizzante, cioè dal momento in cui ti è giunto il verbale dell'assemblea dove tu eri assente.

Non entro nel merito della delega, la responsabilità di accettare una delega è del presidente dell'assemblea e dell'amministratore.
Ritengo che sia stata in buona fede.

Se non hai impugnato la delibera entro i termini ed il lavoro è stato fatto, non ti rimane che citare in giudizio il condominio per i danni che hai subito.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
come fare per modificare regolamento condominiale
definizione di condomino ai fini dell'applicazione della limitazione delle deleghe (art. 21 l. 220/2
come impugnare prima di una assemblea.
chi paga cosa e come..
come scrivere l'autorizzazione al cambio di destinazione d'uso per gli affittuari di un locale comme
mancanza del contratto di un fornitore. come comportarsi?
amministratore non vuole fare il suo lavoro, come obbligarlo?
pertinenze in area condominiale. come gestire le tabelle millesimali
come si calcola il danno biologico se il resp. è il condominio?
come operare per installare un ascensore esterno iin un piccolo condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading