Discussione: manutenzione urgente non deliberata, quali rischi per l'amministratore?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

mauro1950
Utente registrato
30/01/2013
18:41:10
Buona sera
in un condominio si rende necessario un intervento di ripristino dell'intonaco che in alcuni punti sta cadendo a pezzi e in altri Ŕ giÓ caduto. Data la consistente spesa da affrontare (Ç10.000,00 a condomino)l'assenblea non desidera procedere con i lavori (la maggioranza teme che alcuni non paghino) non ostante una dichiarazione scritta dal tecnico incaricato di dirigere i lavori. Vorrei chiedere: se i lavori non procedono quali rischi correrei, come amministratore, in caso di caduta di parti di intonaco che provochino il ferimento pi¨ o meno grave di persone? posso agire senza il consenso dell'assemblea e far mettere in sicurezza il palazzo? se i condomini si rifiutassero poi di pagare perchŔ non deliberato a maggioranza cosa succederebbe? Grazie mille.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10156 interventi
30/01/2013 21:11:03
La cifra in gioco Ŕ troppo alta perchŔ l'amministratore proceda in modo autonomo.

Il fatto di non aver ottenuto i fondi necessari dall'assemblea per i lavori gli preclude la possibilitÓ per effettuarli.

L'amministratore pu˛ avvertire i condˇmini, facendolo verbalizzare in assemblea, che si ritiene non responsabile di eventuali danni verso terzi dovuti alla precarietÓ dell'immobile condominiale.

Nel caso fosse necessario e vi fosse un'ingiunzione ad adempiere da parte dell'ufficio tecnico comunale, l'amministratore dovrÓ avvertire il condominio con un'assemblea straordinaria, comunicando che comunque i lavori dovranno essere fatti.

Il problema dei condˇmini morosi ormai non sussiste pi¨.
Con la riforma del condominio, l'impresa esecutrice, in caso di mancati pagamenti, dovrÓ rivalersi solo sui condˇmini morosi e non con quelli in regola.

Fallo sapere ai peoprietari.

Al "solito" link i riferimenti:

http://www.condomini.altervista.org/ModificaDelleNormeSulCondominio.htm

Art. 18 Art. 18.
Art. 63. -- Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, pu˛ ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed Ŕ tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi.
I creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l'escussione degli altri condomini.
In caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un semestre, l'amministratore pu˛ sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato.



Rispondi


mauro1950

Utente avanzato
13 interventi
31/01/2013 11:11:53
Grazie mille
vorrei chiedere ancora: il ritardato pagamento di alcune quote produrrÓ, come conseguenza, la perdita delle detrazioni del 50% e del 55% che scenderebbero al 36% dopo il 30 giugno 2013 (secondo le attuali disposizioni), potranno i condomini "in regola" rifarsi nei confronti dei condomini morosi della differenza sui rimborsi? es. dal 50% al 36% mancato rimborso del 14%. Mi sembrerebbe azzardata come ipotesi perchŔ, forse, qualche condomino moroso non li ha proprio i soldi. Quale consiglio mi date da girare ai condomini?.
Grazie mille.

Rispondi


claistron

Staff
10156 interventi
31/01/2013 11:27:26
Appare oltremodo arduo percorrere la via della richiesta danni da parte di alcuni cond˛mini nei confronti di coloro che non vogliono effettuare i lavori prima di Luglio 2013 per godere della detrazione attuale pi¨ alta.

Vivere in un condominio produce anche queste negativitÓ ....

Ritengo che un ricorso in tal senso non porti a risultato favorevole.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
quale spese condominiali a carico del locatore e quali a carico del locatario?
contratto pluriennale manutenzione ascensore
eĺ corretto che i negozi non paghino le spese di manutenzione del riscaldamento?
responsabilitÓ dell'amm. per scopertura manutenzione impianti antincendio
manutenzione aree comuni da parte di condomini residenti
manutenzione straordinaria marciapiede giardino privato
rischio dell'amministratore per abusi edilizi
manutenzione/pulizia strada privata e terreni confinanti
collaborazione occasionale manutenzione giardino
urgente - manutenzione ordinaria caldaia - annualitÓ saltata, ritardo, varie
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading