Discussione: locazione locali ad associazione sportiva dilettantistica (asd)

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

stefano60
Utente registrato
16/11/2012
21:08:33
Nel 2005 ho affittato un locale ad una asd.
Due anni fa il rappresentante legale e tutto il consiglio direttivo della asd si è dimesso e sono subentrati nuovi membri ed un nuovo presidente.
Vorrei sapere in caso di sfratto per morosità verso chi dovrò agire per il risarcimento dei canoni insoluti: verso il legale rappresentante col quale ho stipulato il contratto di locazione o verso quello attualmente in carica? O tutti e due? Sono per caso considerati morosi (quindi attaccabili) anche i membri dei consiglii direttivi?
Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10230 interventi
18/11/2012 15:07:58
Ricordati "propter rem", anche se per gli affitti ci sono delle differenze.

Insomma, gli attuali amministratori diventano la tua controparte in quanto attuali rappresentanti della società; se non diversamente indicato nel contratto d'affitto, così come avviene per le unità immobiliari residenziali, il contratto deve essere imputato al nuovo locatario.

Se risultano morosi anche i vecchi amministratori, anch'essi possono rispondere per il loro periodo di competenza (non come persone fisiche, a meno che vi siano risvolti di altro genere nella conduzione della società).

Di norma è il legale rappresentante della società (chiamiamolo amministratore delegato) che risponde in caso di controversia, i consiglieri non possono essere citati, in ogni caso è quasi impossibile recuperare i crediti ventati verso una ASD facendo leva sulle persone e sui loro beni "privati".


Rispondi


stefano60

Utente avanzato
30 interventi
18/11/2012 15:55:40
Scusi ma allora se io stipulo una locazione con qualcuno dopo aver preso informazioni, e il giorno dopo costui si dimette ed al posto suo subentra (ad esempio) un pregiudicato, un protestato, ecc... è possibile che io non abbia il potere di impedirlo o comunque di esprimere un mio parere che sia favorevole o meno? Dovrò per forza avere a che fare con quest'ultimo?


Rispondi


stefano60

Utente avanzato
30 interventi
18/11/2012 21:12:45
...inoltre mi sembra che se la ASD non e' tra quelle riconosciute, presidente e soci rispondono eccome.

Rispondi


claistron

Staff
10230 interventi
19/11/2012 12:52:57
Quando si redige un contratto di affitto, si scrivono "tutte le clausole" necessarie, come ad esempio il divieto di cedere il contratto intestandolo ad altra persona (altro presidente).

Nel tuo contratto c'è questa clausola? Se non c'è ora si pagano le conseguenze.

Il problema della ASD "non riconosciuta" (probabilmente non iscritta all'elenco regionale) deve essere risolto con trattativa privata o davanti al giudice.

Rispondi


stefano60

Utente avanzato
30 interventi
19/11/2012 23:44:19
Nel contratto c'è scritto:
DIVIETI: è vietata la sublocazione dell'immobile e cessione anche parziale del contratto. E' vietato il mutamento di destinazione d'uso.
Comunque non credo che si possa impedire ad una associazione di modificare l'organigramma. In effetti non vi è stata alcuna cessione del contratto a terzi, io continuo (continuavo!) a ricevere il canone dalla stessa società (stessa ragione sociale). Ogni società effettua simili avvicendamenti nel tempo. Sono tutte passibili di annullamento del contratto di locazione, se non hanno un'apposita autorizzazione del locatore per poter avvicendare rappresentante legale o soci?

Riguardo la ASD non riconosciuta e relative obbligazioni, Le trasmetto un'estratto di quanto scritto da un Suo collega:
"...È noto, tuttavia, come la maggior parte delle associazioni sportive dilettantistiche rientri nel novero delle associazioni non riconosciute - prive pertanto di personalità giuridica- nei confronti delle quali, “i terzi possono far valere i loro diritti sul fondo comune” salvo che “delle obbligazioni (assunte dalle persone che rappresentano l'associazione)
rispondono anche personalmente le persone che hanno agito in nome e per conto dell’associazione” (art. 38 Codice Civile). Pertanto, a norma del codice civile, i presidenti dei sodalizi sportivi privi di personalità giuridica rispondono, rispetto alle obbligazioni sociali assunte, in
proprio e senza che sia prevista la preventiva escussione del fondo sociale: ciò significa che i creditori dell'associazione potrebbero agire indistintamente sia nei confronti del patrimonio del presidente che di quello sociale".
So bene di essere parziale, ma sento di avere delle chances..

Nel frattempo Le faccio i complimenti per la passione con cui segue questo forum. Lei non immagina quanto ciò sia utile.

Rispondi


claistron

Staff
10230 interventi
20/11/2012 10:51:05
Mi appare difficile accettare che detta società sportiva sia "non riconosciuta" e quindi priva di personalità giuridica.

Il fatto stesso di aver richiesto ed ottenuto un Codice Fiscale o Partita Iva la rende riconosciuta, per cui risulta difficile aggredire finanziariamente il presidente, tantomeno i consiglieri, in caso di controversia quindi dovrebbe rispondere solo il capitale o i beni dell'associazione stessa.

Ho in archivio sentenze di Cassazione in questo senso.

Nel vostro caso non è stata definita una sublocazione.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
validità contratto di locazione non prorogato.
locazione con “scalino”
locazione immobile commerciale - buona entrata
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
intimazione di sfratto per morosità - locazione commerciale
clausola compromissoria in contratto di locazione.
contratti locazione non registrato
problemi di muffa e locazione
problematiche locazione appartamento
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading