Discussione: spese condominiali straordinarie

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Santippe
Utente registrato
11/09/2012
18:26:28
Salve a tutti e grazie in anticipo dell'attenzione. Si tratta di questo: siamo sei fratelli e qundo sono deceduti i nostri genitori abbiamo ereditato una piccola casa in un complesso che da poco si è costituito in condominio. La proprietà è indivisa ma da oltre dieci anni ci vive una sorella non sposata. Ora si devono fare dei lavori di straordinaria manutenzione che sono stati approvati dal condominio a mia insaputa perchè sono andati due miei fratelli a nome di tutti gli eredi. Vorrei choedervi: visto che la sorella che abita in casa non ha l'usufrutto e non ha mai pagato l'affitto per tanti anni può pagare lei i lavori senza chiedere di dividere l'importo per tutti gli eredi? Se qualcuno paga la sua quota e altri no è possibile difendersi dicendo che deve pagare chi vive in casa? Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10214 interventi
11/09/2012 20:52:10
Nei confronti del condominio tutti i coeredi proprietari rispondono "in solido" per le spese ordinarie e straordinarie.

All'amministratore non importa chi abita attualmente l'alloggio.

Nel caso i proprietari dell'alloggio risultassero morosi, l'amministratore potrebbe inviare decreto ingiuntivo a uno qualsiasi dei proprietari, probabilmente a colui che ha maggiori possibilità di pagare.

Quest'ultimo dovrebbe pagare per poi tentare di rivalersi in quota con gli altri coproprietari.

Questa è la legge, sarebbe più corretto però che la sorella che gode dell'alloggio in modo gratuito si accollasse le spese citate.

Rispondi


Santippe

Utente avanzato
10 interventi
12/09/2012 18:20:54
Grazie per la risposta. volevo chiedere se si può obbligare chi vive in casa in modo gratuito di pagare l'affitto anche per gli anni arretrati e con quei soldi pagare i lavori straordinari(rete fognaria e strada all'interno del condominio) Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10214 interventi
12/09/2012 20:18:22
Se non vi è un contratto di affitto scritto, appare difficile richiedere gli arretrati; la sorella, per tacita accettazione, potrebbe dichiarare di aver ottenuto un comodato gratuito, visto che i coeredi non hanno mai richiesto nulla.

Puoi comunque portare in tribunale la sorella e richiedere i canoni arretrati, massimo 5 anni indietro, sarà il giudice a decidere e la sentenza non appare scontata soprattutto se la sorella si farà assistere da un ottimo avvocato esperto in questa materia.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
spese personali pulizie scale
spese individuali per recupero morosità
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
rate condominiali presunte non pagate
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
amministratore dimissionario - attività straordinarie
riparto spese per assicurazione fabbricato
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading