Discussione: citazione del condominio;costituzione in causa; assicurazione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
28/02/2006
14:28:00
Buongiorno, il condominio, a mezzo dell'amministratore pro tempore, è stato citato per il risarcimento del danno patito da un inquilino caduto nel girdino condominiale a causa, a suo dire, di mattonelle rotte.
l'amministatore ha indetto una assemblea straordinaria che è andata deserta; può ora lo stesso amministratore non costituirsi in giudizio e conseguentemente far condannare il condominio contumace oppure è obbligato a costituirsi?ed ancora: posso io proprietario semplicemente invitare con raccomandata l'Amministratore a costituirsi in giudizio e chiamare in garanzia l'assicurazione che dovrebbe coprire i danni

grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10191 interventi
28/02/2006 18:33:08
Buongiorni Marinella

Così recita una recente sentenza:

L’amministratore del condominio è, per legge, legittimato passivamente ad ogni azione anche reale o possessoria, riguardante le parti comuni dell’edificio e tali sono estensivamente, anche le parti esterne dello stabile condominiale, perché adibite all’uso comune di tutti i condomini.......

La trovi qui:

http://www.condomini.altervista.org/ResponsabilitaAmministratore.htm

Nel vostro caso, non dovrebbero esserci problemi, avete l'assicurazione che sicuramente risponde per questo tipo di danni, sarà la stessa assicurazione che valuterà l'incidente e offrirà un eventuale risarcimento.

In caso di instaurazione di controversia giudiziale da parte del Condómino in questione, voi dovreste essere assistiti dall'avvocato dell'assicurazione stessa.

Solo nel caso l'assicurazione non dovesse provvedere per assenza di clausola risarcitoria contemplata nel contratto, allora l'amministratore stesso dovrebbe indire un'assemblea richiedendo ai proprietari se sono disposti a resistere alla richiesta.

Saluti

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
28/02/2006 21:11:06
per chiarezza:
l'amministratore ha segnalato tempestivamente all'assicurazione il sinistro.
la stessa si è disinteressata della questione e il condominio è stato già citato in giudizio (udienza fra qualche mese); l'amministratore dovrà costituirsi in giudizio (a questo punto scegliendo un legale di fiducia visto che l'assemblea che poteva/doveva decidere su queste questioni è andata deserta) e chiedere la chiamata in garanzia dell'assicurazione.
a questo punto mi chiedo:
l'amministratore è obbligato a costituirsi in giudizio oppure potremmo rischiare la condanna in contumacia!?
L'assicurazione , da quel che ho potuto leggere, credo che dovrebbe risarcire il danno;
speriamo bene

grazie

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
28/02/2006 22:12:08
Dalla sentenza che ti ho riportato e da altre sentenze in merito, l'amministratore ha il "dovere" (tra i suoi compiti) di tutelare il condominio, ritengo che dovrebbe almeno essere assistito dal legale dell'assicurazione.

Saluti

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
01/03/2006 14:31:39
Grazie; son venuta a conoscenza di una ulteriore situazione, il condominio si compone si 6 unità abitative ed i firmatari della polizza son solo 4( me compresa)!!l'amministratore ha dato mandato ad un legale di fiducia per la costituzione in giudizio e per la "chiamata" dell'assicurazione che coprirà, in caso di condanna, solo gli assicurati; ma l'avvocato dell'assicurazione "difenderà" tutto il condominio o solo i 4 assicurati!??

che caos...

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
01/03/2006 15:25:50
La tua è una domanda assurda.
Se l'avvocato deve fare gli interessi dell'assicurazione (ovviamente anche gli interessi degli assistiti), la conseguenza è che ovviamente fa gli interessi di tutto il condominio.
In caso di causa civile, potrebbe anche verificarsi che vi sia un "concorso di colpa", in questo caso l'assicurazione coprirà le spese degli assicurati, mentre in non assicurati dovranno provvedere in proprio.

Saluti

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
assicurazione condominiale
riparto spese per assicurazione fabbricato
atto di citazione nei confronti del condominio
assicurazione condominio deliberata e mai stipulata dall'amministratore
restituzione somme elargite dalla compagnia di assicurazione
assicurazione condominio
assicurazione condominiale
rottura tubo termosifone - assicurazione condominiale e franchigia
occupazione sine titulo: ricorso o citazione?
assicurazione amministratori
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading