Discussione: messa in sicurezza cornicione condominio a metÓ.

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

tartamania
Utente registrato
23/07/2011
09:55:22
Salve,vivo in un palazzo di dieci famiglie 5 piani per ogni ala.Da diverso tempo

si staccano calcinacci dal cornicione vicino al tetto,sia dal lato stada(dove c'Ŕ il

portone di ingresso),sia dal lato interno dove sotto c'Ŕ il mio terrazzo che

copre l'area di tutta l'ala destra del condominio.Due settimane fa sono caduti

almeno 5-6 kg di calcinacci dal lato esterno (quello verso la strada)sul mio

giardino privato,disintegrando un tubo per lo scolo delle acque piovane.Ho

chiamato immediatamente l'amministratore il quale ha fatto subito intervenire

un muratore per riparare il tubo e poi ha indetto un'assemblea per il problema

di messa in sicurezza dei cornicioni.All'assemblea eravamo presenti 4 inquilini

su 10(3 fisicamente 1 su delega)....e giÓ una persona ha iniziato a lamentarsi

dei costi alti per effettuare tale messa in sicurezza.L'amministratore ha

chiamato una ditta con un camion con cestello elevatore che dopo 4 giorni Ŕ

venuta a riparare e mettere in sicurezza tutto il lato del palazzo fronte strada

che si affaccia sul portone di ingresso.Gli operai della ditta hanno fatto un

sopralluogo anche dalla parte interna affermando che le condizioni sono

peggiori della parte esterna,ma li l'intervento non pu˛ essere fatto con il

cestello,ma ci vogliono i ponteggi.(non essendoci vie d'accesso,ma il mio giardino).
Evidentemente i condomini ,egoisticamente,hanno parlato di persona con

l'amministratore per interrompere i lavori a metÓ(dato che i calcinacci

dall'altra parte cadono solo sul mio terrazzo di proprietÓ e a loro non

riguarda.Fatto sta che dopo aver chiesto all'amministratore quando venivano a

mettere i ponteggi sul mio terrazzo(dato che sull'altro terrazzo dell'altra ala

non hanno lo stesso problema perchŔ il cornicine Ŕ integro)egli mi ha risposto

in modo sbrigativo che i condomini non pagavano e che se volevo fare un'altra

assemblea dovevamo pagare 100 euro a testa(tutti i condomini) e mi sarei

dovuto interessare io.A questo punto mi risulta palese che l'amministratore o Ŕ

in combutta con gli altri condomini(che ormai hanno risolto il problema

calcinacci che cadevano davanti il portone di ingresso e se ne infischiano che io

e la mia famiglia uscendo da qualsiasi stanza riceviamo delle pietre in testa)

,oppure,comunque,se ne sta lavando le mani adducendo i soldi come pretesto

per non far fare i lavori di messa in sicurezza.Ogni volta che piove o tira

vento,oppure i giorni seguenti ad una pioggia o temporale cadono sul mio

terrazzo breccioline e pezzi di cemento sui 3 cm di diametro,il palazzo Ŕ alto 15

metri circa e se mi arriva in testa uno dei suddetti calcinacci finisco in ospedale

o al camposanto.La mia domanda Ŕ:
cosa devo fare per far sbloccare la situazione e pretendere la messa in

sicurezza del cornicione anche dalla parte che sta sul mio terrazzo?Se mi

dovesse colpire qualche calcinaccio chi Ŕ il responsabile,l'amministratore(che

non amministra) oppure i condomini (che non vogliono pagare)?Potete

indicarmi i passi da fare,in modo che possa godere della casa che ho acquistato

con tanta fatica,senza dover indossare l'elmetto quando esco dalla cucina o

dalle stanze da letto?
Scusate la lungaggine,ma ho preferito esporre il mio problema in maniera

approfondita.Se avete domande non esitate.
grazie a tutti



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10154 interventi
25/07/2011 14:46:40
Le facciate ed i cornicioni sono bene comune condominiale, sia sulla parte interna che quella esterna.

Il consiglio a questo punto Ŕ di inviare una raccomandata all'amministratore "diffidandolo" ad eseguire i lavori entro 15 gg.

Egli Ŕ responsabile della sicurezza dell'efificio e se i lavori devono essere fatti, non pu˛ esimersi dal prenderne atto, anche se non vi Ŕ una deliberazione del condominio.

Al "solito" link trovi precisi riferimenti da far valere:

In particolare:


null null http://www.condomini.altervista.org/

http://www.condomini.altervista.org/ResponsabilitaAmministratore.htm

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
assemblea delegati in super condominio
revoca mandato delegati super-condominio
tredicesima all'amministratore di condominio
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
numero minimo di ui per definire un super-condominio
un condomino pu˛ farsi assistere nella riunione di condominio dal suo avvocato?
condominio senza amministratore ad insaputa dei cond˛mini
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
decreto ingiuntivo al condominio: Ŕ obbligatorio indicare il codice fiscale?
amministratore di condominio e proprietario di maggioranza
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading