Discussione: Riacquisto diritto di abitazione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

gefa
Utente registrato
11/06/2011
11:07:49
Pongo il mio primo quesito:
Mio padre e mia madre avevano acquistato, in comunione dei beni, un appartamento in cui avevano la residenza principale; a seguito del decesso di mio padre, mia madre ha rinunciato all'eredita' a favore di noi tre figli continuando ad abitare nella casa di residenza famigliare mantenendo cosi' il diritto di abitazione e il 50% di proprieta'. In seguito, per poter essere piu' vicino ad una figlia, ha voluto cambiare la residenza, e abbiamo dato in affitto la casa in comproprieta'. Ora, dopo quattro anni, e' stato risolto il contratto di affitto e mia madre e' ritornata ad avere la residenza nella casa in cui aveva il diritto di abitazione e la comproprieta' del 50%.
La mia domanda e' questa:
ha riacquistato il diritto di abitazione consentendo a noi figli di evitare il contratto di comodato e la tassazione ai fini irpef ed addizionale regionale sul 50% dell'appartamento di ns. proprieta'?.

Ringrazio tutti per gli eventuali chiarimenti.

Ciao.
Giuseppe



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10191 interventi
11/06/2011 15:04:56
Per tua madre si tratta di "prima casa" e quindi non si paga irpef su questa abitazione avendo ella il comodato gratuito ed il diritto di abitazione nella casa coniugale (tra familiari non vi è l'obbligo della registrazione) anche se non è proprietaria al 100% del bene.

Rispondi


gefa

Utente semplice
2 interventi
11/06/2011 21:21:17
Grazie per la risposta. Quindi se ho capito bene: noi figli dobbiamo fare un contratto di comodato da non registrare e non siamo tenuti a pagare l'irpef sul 50% della proprieta' della casa. Corretto?

Grazie ancora.
Giuseppe

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
12/06/2011 20:20:57
In realtà non dovrete pagare l'Ici sul bene in oggetto.

La madre, se vanta un diritto "reale" sul bene (usufrutto e diritto di abitazione su "tutta la casa coniugale") è la titolare attuale del bene in oggetto, sempre che si tratti di "prima casa", non pagherà l'Irpef.

Rispondi


gefa

Utente semplice
2 interventi
13/06/2011 22:50:07
Grazie per le inidicazioni.

Giuseppe.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
diritto di passaggio in casa per accedere ad un lastrico solare
diritto di un condomine in assemblea
vendita autorimessa, garage. diritto di prelazione in condominio
diritto di passaggio su mio balcone
diritto di sopraelevazione
diritto passaggio e parcheggio.
diritto di servitu' di passaggio e citofono
pagamento imu o tasi su unica abitazione locata
diritto reale o obbligatorio?
negozio tramutato in abitazione
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading