Discussione: Vendita Casa e Spese Condominiali Straordinarie

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Melegna
Utente registrato
21/05/2011
18:37:35
Salve, sono nuovo del forum. Espongo il mio problema nel modo più sintetico possibile.

Questa è la situazione:

- Ho venduto casa tramite preliminare in data 11 Maggio e mi sono impegnato con l'acquirente a pagare la totalità delle spese straordinarie deliberate in un'assemblea del 31 Marzo 2011 (specificato nel verbale d'assemblea, ma non sul preliminare un massimale di 5.000€ + IVA la facciata anteriore e invece rimandata all'anno prossimo la posteriore)

- Abbiamo scritto e firmato a compromesso in data 11 Maggio la seguente frase: "Rimangono tuttavia a carico del venditore la totalità delle spese inerenti al rifacimento delle facciate esterne del palazzo deliberate nell’assemblea del 31 Marzo 2011 per la parte di propria competenza, indipendentemente dalla data in cui avviene il passaggio di proprietà dell’immobile e dalla data in cui verranno completati i lavori."

- In data 13 Maggio scorso, appena dopo aver firmato il compromesso, viene convocata un'assemblea straordinaria.

- In data 19 Maggio si tiene l'assemblea e l'amministratore ci comunica che, a seguito di perizia da parte della ditta precedentemente incaricata, vengono rilevato vizi di costruzione che aggravano la situazione e fanno lievitare la possibile spesa da 5.000€ a 20.000€ solo per la facciata esterna.

- Si decide allora, visto l'entità della cifra, di rincorrere l'impresa costruttrice "latitante" (inizialmente con raccomandata semplice) per cercare di ottenere soldi o la sistemazione del vizio di costruzione.

- I lavori alle facciate sono rimandati a data da definirsi, comunque non prima di un anno, durante il quale si cercherà di far leva in tutti i modi sull'impresa costruttrice per ottenere il massimo possibile.

Ora le domande sono:

- Come vi comportereste con l'acquirente?
- Come va gestita la faccenda a livello di rogito?
- Ha senso mantenere l'impegno a tempo indeterminato?
- Consigli?

Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
21/05/2011 21:11:51
Non ti conviene rischiare problematiche future.

In sede di rogito io farei inserire la clausola di esonero del venditore da spese per interventi futuri, pur se già deliberati, accordandomi con il compratore e trovando un pratico accordo.

Al "solito" link trovi precisi riferimenti:

http://www.condomini.altervista.org/DebitiVecchi.htm

Rispondi


Melegna

Utente semplice
2 interventi
21/05/2011 21:26:36
Quale può essere l'accordo dato che al rogito non si saprà se le spese dovranno essere sostenute dai condomini o provvederà l'impresa costruttrice?

Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
23/05/2011 09:34:23
Ti consiglierà il notaio presso il quale farai il rogito.

Fai inserire e firmare alla controparte una clausola ben precisa che ti metta al riparo da qualsiasi evenienza futura.

Rispondi


Melegna

Utente semplice
2 interventi
25/05/2011 00:43:56
Oggi ho chiamato l'amministratore e conferma che l'iniziale assemblea che ha deliberato le spese straordinarie (31 Marzo) è di fatto annullata ed è pronto a fornirmi la liberatoria con scritto che nulla grava su di me.

A questo punto cosa può pretendere l'acquirente da me dato che gli accordi si basavano su una delibera non più esistente? Potrebbe anche rinunciare all'acquisto avendone le ragioni?

Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
25/05/2011 08:16:21
In realtà i valori in gioco sono parzialmente cambiati: originariamente risultava una sensibile cifra a tuo carico per il rifacimento della facciata, ora questa somma spetterebbe al futuro acquirente, con aggravio del costo totale del bene o quantomeno l'acquisto del bene non sarebbe più conveniente in quanto le facciate degradate da sistemare sarebbero a suo carico.

Con un buon avvocato l'acquirente potrebbe risolvere il contratto per giusta causa, essendo notevolmente peggiorati suoi i costi complessivi

Ti consiglio di addivenire ad un compromesso soddisfacente per entrambe le parti.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
spese individuali per recupero morosità
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
rate condominiali presunte non pagate
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
vendita 50% proprietà indivisa
amministratore dimissionario - attività straordinarie
diritto di passaggio in casa per accedere ad un lastrico solare
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading