Discussione: Il comune mi ha chiesto interessi di mora non dovuti

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

salvo89
Utente registrato
29/03/2011
23:58:47
Gentili utenti del forum, mi presento a voi tutti, sono Salvatore E. e sono un piccolo imprenditore informatico. Sperando che questa sia la sezione giusta, cercherò di esporvi il problema che sto riscontrando con la mia proprietà e il comune di mia residenza.

Nel 1997 abbiamo costruito un immobile presentando al nostro comune di residenza, un'istanza di condono edilizio, pagando tutte le oblazioni previste, dopo che il nostro ingegnere aveva effettuato tutti i dovuti calcoli. Alla fine del 2010, dopo ben 14 anni, ci siamo presentati in comune per richiedere il certificato di sanatoria edilizia ed il certificato di abitabilità. Durante il colloquio con il funzionario dell'ufficio tecnico, entrambe le parti (noi ed il funzionario comunale stesso) ci accorgiamo di un piccolissimo errore di calcolo, commesso ai tempi dal nostro ingegnere in cui è emerso che il pagamento fatto nel lontano 1997 per la sanatoria risultava erroneamente in maniera ridotta visto il problema di calcolo riscontrato. Vi era quindi un'oblazione aggiuntiva di circa 2.500 euro da pagare come differenza oltre i circa 7.000.000 di vecchie lire già pagate al comune nel 1997. Fin qui nulla di strano e di illegittimo senonchè, senza nessun atto scritto, pratica presente, raccomandata o sollecito di pagamento, dopo ben 14 anni, mi è stato chiesto A VOCE dal funzionario, di pagare degli interessi di mora dal 1997 al 2011 di oltre il 70%, calcolati sulla differenza di 2.500 euro di oblazione. In poche parole ci ritroviamo a pagare 2500 euro più circa altre 7.000 euro di mora che, come si nota superano del doppio l'oblazione pagata nel 1997.

Io non voglio pagare questa mora ingiusta dato che dal 1997 ad oggi non è stato mai notificato niente nè a mezzo raccomandata nè con altri mezzi validi legalmente. Non voglio pagare tali interessi di mora perchè il comune non si è mai interessato della nostra pratica e si è accorto del problema contemporaneamente alla nostra richiesta di certificato di sanatoria. Non esiste dal 1997 ad oggi nè una cartella esattoriale nè nulla che rimanda al pagamento di questi interessi. Alla mia richiesta, posta al funzionario, di farmi vedere l'atto in cui era attestata la richiesta avanzata dal comune di effettuare da parte nostra il pagamento delle more, mi è stato negato il diritto di visione di tale pratica dato che allo stato attuale non esiste niente se non LA PAROLA DEL SOLO FUNZIONARIO COMUNALE. Tali interessi di mora, per concludere, non possono essere né rateizzati nè dilazionati, ma devono essere pagati tutti in unica soluzione. Ho già preso appuntamento con il mio avvocato per la fine della settimana poichè il mio avvocato mi ha detto che tutto ciò che il mio comune mi ha chiesto è illeggittimo.

Ora, nell'attesa dell'incontro con il mio avvocato vi chiedo, gentilissimi avvocati del forum, se è legale che il comune mi chieda il pagamento degli interessi di mora dal momento in cui io non ho mai ricevuto in 14 anni nessun avviso di pagamento nè sollecito di pagamento (in base a quale criterio logico, matematico e legale sono calcolati questi 70% di interessi di mora). Allo stesso modo vi chiedo, dato che in teoria le more sono calcolate dal 1997, se tutto ciò non è già caduto in prescrizione essendo passati più di dieci anni per lo più senza mancata comunicazione.

Mi affido alla vostra professionalità.

Cordiali saluti
Salvatore E.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
30/03/2011 21:10:13
Il comune emette l'ingiunzione da quando viene a conoscenza dell'illecito, sei stato tu a mettere a conoscenza del comune il mancato versamento della cifra completa della sanatoria.

Il comune non può fare altro che applicare la sanzione e gli interessi di mora.

Sembra comunque che non sia stata ancora emessa la cartella di pagamento.

Prima di procedere con l'avvocato, io ti consiglierei di accedere all'ufficio del "difensore civico" del tuo comune, potrebbe aiutarti circa la riduzione degli interessi.

Provaci.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
innovazione su una parte comune
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
costruzione di un fabbricato su suolo comune
uso esclusivo della canna fumaria comune dismessa
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
balcone/terrazzo su corte comune
non ottemperanza a quanto richiesto dall'amministrazione
divieto parcheggio in area comune box
piante in giardino comune a uso esclusivo
spazio comune non utilizzato
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading