Discussione: costruzione rampa su terreno confinante

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

cip
Utente registrato
24/02/2011
20:06:15
Buona sera,

Sono nuovo di questo forum, e colgo l'occasione per salutare e ringraziare anticipatamente chi potrà aiutarmi.

Vivo in una casa bifamiliare,io ed il mio vicino siamo stati contattati dal nuovo propietario di una casa confinante, il quale ci ha comunicato la necessità di costruire sul confine una rampa di accesso ad un fondo di un terzo proprietario.
Secondo il progetto sottopostoci, la rampa avrebbe l'utilità di permettere al terreno un passaggio agevole con mezzi agricoli e autocarro ed allo stesso tempo avrebbe la funzione di parcheggio per le auto del nuovo vicino che ci ha iterpellato.
Io ed il mio vicino di sotto, come confinanti, abbiamo la possibiltà di acconsentire o rifiutare la costruzione della rampa, poichè il Comune chiede che il progetto sia corredato di nostro consenso scritto, probabilmente per una questione di distanze.
Io e il vicino di sotto, per buon vicinato e cortesia, vorremmo acconsentire e permettere questa innovazione.
Unico nostro dubbio è dato dal fatto, che il manufatto verrà costruito molto vicino, circa quattro metri dalle nostre finestre della camera e non vorremo che un domani questa rampa fungesse da collegamento per altre case e/o eventuali nuovi box e quindi andare ad alterare quelli che oggi sono i nostri parametri di tranquillità.
Come potremmo impegnare la nuova proprietà a mantenere la destinazione d'uso originale ed essere sicuri che anche con un passaggio di proprietà futuro non potrà mai cambiare?
Cosa dovrebbe scrivere, e quale documento, la proprietà costruttrice e proprietaria della rampa?
Quale può essere la forma giuridico/notarile più corretta? E meno onerosa per i nuovi vicini ma efficace nella nostratutela
Conviene registrare il documento in conservatoria di registri immobiliari per avere la garanzia di quello che non si può definire servitù ?

Grazie a tutti
null



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10158 interventi
24/02/2011 23:41:41
Innanzitutto, una "scrittura privata" per essere opponibile a terzi deve essere registrata. (con i costi relativi)

Se le distanze previste dal Codice non vengono rispettate:

http://www.condomini.altervista.org/distanze.htm

è meglio che venga messo per iscritto che la rampa in oggetto (presumo al suono) non verrà innalzata con nessun tipo di manufatto.

Inserite nella scrittura qualsiasi altra limitazione che vi possa tutelare al presente ed in futuro.

Rispondi


cip

Utente semplice
5 interventi
25/02/2011 09:23:50
Buon giorno.

Grazie per la sollecita risposta e complimenti.
Quindi secondo lei può bastare una scrittura privata.
Deve essere scritta davanti al notaio, e da esso autenticata, o può essere autenticata solo la firma davanti ad un pubblico ufficiale(per esempio in comune)?Dopo che è stata registrata in conservatoria dei registri immobiliari, bisogna aspettare la sua definitiva trascrizione(come negli atti di compravendita) o una volta timbrata dall'ufficio di competenza del registro siamo sicuri che ciò sia definitivo, e quindi rilasciare il nostro consenso?
Scusi l'ignoranza, ma quando Lei dice opponibile a terzi, intende, che un domani,anche se i vicini vendessero la loro proprietà ad altri, ciò che si è scritto nella scrittura privata rimarrebbe invariato e non potrebbero cambiare destinazione d'uso alla rampa(cioè passaggio di autoveicoli, al servizio di altre proprietà che nel tempo volessero sfruttare questo attuale passaggio, o al servizio di nuove proprietà)?
La nostra paura, e quella che un domani non si venga a creare un flusso veicolare, e di non poter dire niente avendo acconsentito a costruire la rampa o eventualmente trovandoci di fronte ad una proprietà diversa da quella attuale.

Grazie infinite

Rispondi


claistron

Staff
10158 interventi
25/02/2011 16:05:42
La scrittura privata può essere autenticata dal notaio (che consiglia anche in merito) o più economicamente dall'addetto comunale, quindi va registrata, proprio per i motivi che abbiamo citato sopra. (futuri)

Rispondi


cip

Utente semplice
5 interventi
25/02/2011 19:33:24
Buona sera e come sempre, grazie.
La scrittura privata, secondo il suo parere, può essere un documento dove le proprietà (della futura rampa e del terreno a cui la rampa stessa darebbe accesso, essendo diverse)si impegnano a rispettare quanto noi chiediamo senza che sia necessaria la nostra firma? O noi dobbiamo per forza essere partecipi nella stesura del documento?
La nostra intenzione sarebbe quella di aspeetare l'avvenuta registrazione in conservatoria del documento e poi successivamente dare il consenso per l'esecuzione dei lavori.
E ancora: il documento così creato ha una scadenza (e di conseguenza va specificata) o l'obbligo diventa illimitato nel tempo?
Grazie per l'infinita pazienza.
Buona serata

Rispondi


claistron

Staff
10158 interventi
26/02/2011 18:27:54
La scrittura privata può essere anche un contratto stipulato tra le parti ed è vincolante per le parti stesse che naturalmente devono sottoscriverlo.

Il costo della registrazione è "in solido".

La scrittura vale fino ad un nuovo documento di revoca o fino alla data inserita esplicitamente.

Rispondi


cip

Utente semplice
5 interventi
26/02/2011 19:19:36
Buona sera,

La ringrazio e spero di non abusare della sua grandissima cortesia.
Questa mattina abbiamo sottoposto la proposta di stesura della scrittura privata alla futura proprietà della rampa, la quale si è resa disponibile, impegnandosi a convincere la proprietà del terreno confinante.Mezz'oretta fa ci ha comunicato che la proprietà del terreno non ha nessuna intenzione di sottoscrivere alcunchè.
Abbiamo altresì scoperto che la proprietà del terreno, dove dovrebbe sorgere la rampa, non è composta da un singolo proprietario, ma è composta da due proprietari distinti.
A questo punto i sottoscrittori della scrittura privata, per un ragionamento logico, dovrebbero essere tre.La proprietà del terreno dove sorgerà la rampa(composta da due proprietari distinti) e la proprietà del terreno che sarebbe servito dalla rampa.
Vengo alla domanda, potrebbe bastare un impegno da parte dei due proprietari del terreno su cui sorgerebbe la rampa?Escludendo così la proprietà del terreno che dovrebbe essere servito dalla rampa.
La scrittura privata, un domani, che i proprietari della rampa decidessero di venderla alla proprietà del terreno a cui la rampa darebbe accesso, avrebbe valore, essendo come indicato da Lei documento opponibile a terzi?
Le chiediamo ancora scusa per il disagio e la pedantezza con cui abusiamo della sua squisita disponibilità.

Grazie

Rispondi


cip

Utente semplice
5 interventi
27/02/2011 11:13:53
Buon giorno,

Ci siamo dimenticati di dire una cosa che potrebbe essere fondamentale.
La proprietà del terreno che verrà servito dalla rampa, era anche la proprietà del sentiero (terreno) dove sorgerà la rampa.Il sentiero è stato venduto con atto notarile ed è stata inserita una servitù di passaggio pedonale e con piccoli mezzi agricoli e/o autocarri a favore del terreno che ha venduto il passaggio.
Noi non vorremmo che un domani rivendendo la proprità si venisse a creare "confusione" e quindi sparendo la servitù la rampa fungesse da passaggio illimitato.Abbiamo paura che la scrittura privata tra le parti, diventi un documento debole e che l'atto eseguito presso il notaio dalle due proprietà sopra descritte, diventi atto più forte.
Ad oggi vi è un sentiero transitabile pedonalmente e con una piccola cariola a motore.Non vi è spazio per poter accedere al terreno con un autocarro.Le due proprietà si sono accordate su una cosa che ad oggi non è fattibile, a noi sembra molto strano (come si dice in gergo, si sono venduti la pelle dell'orso prima di averlo ucciso).
La nostra domanda è questa, secondo Lei la scrittura privata eseguita come impegno, nei nostri confronti,solo dalla proprietà della rampa, senza l'impegno della proprietà del terreno che sarà servito,avrà valore futuro anche se la rampa verrà rivenduta alla proprietà del terreno che sarà servito da essa?

Giurando di non tormentarLa più, La ringraziamo anticipatamente se potrà risponderci.

Grazie

Rispondi


claistron

Staff
10158 interventi
27/02/2011 12:01:23
Dagli ulteriori elementi che fornisci diventa idispensabile procedere a mezzo diffida nei confronti dell'attuale proprietario.

I criteri circa il rispetto delle distanze te li ho forniti.

Mettiti nelle mani di un amico geometra del posto.

Rispondi

Pagina: Successiva »»

1 | 2 |



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
costruzione di un fabbricato su suolo comune
acquisto lembo di terreno dal comune: in millesimi o parti uguali?
pendenza rampa di accesso ai garage
rampa di accesso ai box
costruzione in appoggio proprietà altrui
rete di recinzione: chi deve pagare la riparazione/ricostruzione?
installazione rampa per disabile
nuda proprietà e vizi costruzione
terreno in comproprietà
usucapione di porzione di terreno di un condominio attiguo
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading