Discussione: Tempistica per lamentele su cambio infissi

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

scasetti
Utente registrato
19/01/2011
18:58:29
Salve a tutti,
ho un problema:
circa due anni fa ho sostituito gli infissi di casa mia cambiando il materiale, da alluminio a pvc, ma non la forma.
Visto che nella mazzetta dei colori da scegliere non ce ne era uno identico a quelli in alluminio, sono andato dall'amministratore per chiedere se potessi variare leggermente la tonalità di grigio ed ho fatto scegliere a lui il colore che più si avvicinasse all'originale.
Il colore scelto dall'amministratore è in effetti un pò più scuro degli originali e prima di confermare l'acquisto ho espressamente detto che non avrei voluto beghe con i condomini riguardo questa scelta.
L'amministratore, non solo si è tenuto un campione del colore, ha anche detto che, visto che sono il primo a metterli in pvc, gli altri si sarebbero dovuti adeguare al "mio colore".
Dopo 2 anni mi arriva una lettera che mi incita a cambiare il colore degli infissi perché un condomino si è lamentato. Ieri c'è stata la riunione di condominio e mi è stato chiesto di verificare la fattibilità del cambio colore (opera di riverniciatura o applicazione di una pellicola), io ho fatto notare che per non andare contro il condominio ho chiesto all'amministratore che poi ha scelto il colore, ma l'intimazione a cambiare il colore degli infissi è stata deliberata.

La mia domanda è:
è possibile che mi si chieda di adeguarmi al colore originale (stiamo parlando di tonalità di grigio e la mia casa non è sulla pubblica via) dopo 2 anni?

Visto che altri condomini hanno anche variato la sagoma e il colore (in questocaso più chiaro e meno evidente) cosa posso fare per proteggermi da un'eventuale causa?

grazie,
buona serata
Lucio



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
19/01/2011 20:41:51
Tranquillo, fare una causa non è facile e soprattutto non è facile uscirne vincitori, oltretutto si "buttano" un sacco di soldi.

Il colore degli infissi e finestre esterne si degrada e cambia sensibilmente per il sole e le intemperie.

Quello che ora sembra brillante, dopo un paio di anni apparirà di tonalità sicuramente diversa.

Ti fornisco precisi riferimenti giurisprudenziali che sottoporrai all'amministratore e ai condómini "agitati" al fine di farli "calmare".

Al "solito" link trovi ciò che ti serve:

http://www.condomini.altervista.org/DecoroArchit.htm

Rispondi


scasetti

Utente semplice
3 interventi
20/01/2011 11:47:53
grazie, anche se temo che se gli altri li mettano di alluminio... i miei saranno sempre diversi... mi piacerebbe trovare qualcosa da dire ai condomini meno facinorosi per convincerli a venire dalla mia parte...

Rispondi


scasetti

Utente semplice
3 interventi
20/01/2011 12:07:50
questo dovrebbe salvarmi, visto ghe già altri hanno alterato l'estetica prima di me, giusto?

Il decoro architettonico condominiale va tutelato solo in base a circostanze concrete e l'intervento di un proprietario non può essere censurato se già precedenti alterazioni sono avvenute nella struttura dell'immobile da parte di altri condómini. Cassazione civile , sez. II, sentenza 17.10.2007 n° 21835 (ulteriori riferimenti: Cassazione civile 10324/08 e Cassazione civile 26796/07). ...... Il motivo è infondato. A prescindere dal rilievo che la corte ben poteva dissentire dal parere del consulente tecnico, offrendo adeguata motivazione sul punto, va osservato che nessuna contraddizione può riscontrarsi nella specie, perchè il consulente ha espresso un giudizio tecnico estetico sulla obiettiva lesività dell'opera realizzata dalla convenuta, mentre la corte ha fatto applicazione di corretti principi giuridici, più volte affermati da questa corte (cfr. Cass. 15.4.2002, n. 5417), ritenendo che la lesività estetica dell'opera abusiva - costituente l'unico profilo di illegittimità dell'opera stessa addotto dall'attrice - non poteva assumere rilevanza in presenza di una già evidente grave compromissione di detto decoro a causa di precedenti interventi.

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
20/01/2011 13:53:20
Ti ho fornito proprio i riferimenti che ti possono essere utili.

Falli valere!

Rispondi


scasetti

Utente semplice
3 interventi
20/01/2011 16:23:53


grazie mille! mi batterò come un leone!!!

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
richiesta sostituzione infissi da parte del locatario
cambio di destinazione o milgioramento della cosa comune
come scrivere l'autorizzazione al cambio di destinazione d'uso per gli affittuari di un locale comme
revisione tabelle millesimali per cambio di destinazione d'uso
cambio persona giuridica del propietario dell'immobile
cambio di destinazione d'uso
infissi di colore diverso dagli altri
lavoro di amministratore in cambio delle quote condominiali
cambio serratura casa in comproprietà
cambio date riscossine rate
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading