Discussione: termine entro il quale gli eredi devono provvedere alla liberazione dell'appartamento locato

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

sandro81859
Utente registrato
28/12/2010
19:28:53
salve,
Qual' è il termine entro il quale gli eredi non conviventi devono provvedere a liberare l'appartamento locato a seguito della morte della conduttrice?
Possono essere ritenuti sufficienti 10 giorni? Qualora a far del giorno del mese successivo ancora l'appartamento non fosse stato liberato posso chiedere il pagamento del canone agli eredi, ed a che titolo? Responsabilità contrattuale o non contrattuale?

Distinti saluti
alessandro



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10204 interventi
28/12/2010 19:59:41
Se non sussistono le condizioni per la continuazione della conduzione del bene locato, gli eredi legittimi devono liberare l'immobile già al momento dell'apertura della successione (prima non si conoscerebbe quale degli eredi ha accettato l'eredità o vi ha rinunciato.

Se comunque l'immobile non è stato liberato alla morte del locatario, il proprietario ha diritto di ricevere il canone di locazione maggiorato del 20% dal momento in cui ha comunicato a "tutti" gli eredi la "finita locazione" e fino al momento in cui viene liberato l'immobile.

Nel caso di opposizione bisogna seguire una diversa procedura (similare allo sfratto) con l'assistenza di un avvocato.

Rispondi


sandro81859

Utente avanzato
15 interventi
29/12/2010 11:45:03
Salve
La richiesta del pagamento del canone di locazione maggiorata del 20% è prevista da una norma specifica o ci sono delle sentenze di riferimento? se si quali ad esempio?.
Saluti

Rispondi


sandro81859

Utente avanzato
15 interventi
29/12/2010 13:10:50
L'ex marito è sempre erede?

Rispondi


sandro81859

Utente avanzato
15 interventi
29/12/2010 13:53:07
E' erede pure l'ex marito??

Rispondi


claistron

Staff
10204 interventi
29/12/2010 19:55:29
La norma è prevista dalla 392/78 (equo canone) ribadita dalla 431/98.

Il coniuge legalmente sposato è naturalmente erede insiene ad ascendenti e discendenti.

Il coniuge convivente è legittimato a continuare la locazione fino al termine del contratto stesso.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
installazione citofono cancello condominiale
subentro amministratore
ripartizione spesa installazione nuovo autoclave.
problemi causati dalla canna fumaria
alienazione beni comuni, quale maggioranza
sottrazione alla azione legale
il costruttore non vuole mettere le infrastrutture per allaccio telecom
ripartizione spese condominiali tra locatore e conduttore
quale spese condominiali a carico del locatore e quali a carico del locatario?
installazione porte tagliafuoco
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading