Discussione: Abolizione articolo regolamento contrattuale e nomina nuovo amministratore

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
16/01/2006
15:50:49
Salve il regolamento contrattuale del mio condominio prevede che l'amministrazione dello stesso debba essere curata da un condomino in forma gratuita.Cosý Ŕ stato per oltre 30 anni.Ora i due condomini (uno Ŕ lo scrivente) che a rotazione si occupavano dell'amministrazione si sono dimessi. Alcuni condomini hanno convocato un'assemdlea straordinaria dove si Ŕ abolito l'articolo riguardante l'amministratore interno ed hanno dato la gestione del condominio ad un amministratire esterno con un conseguente aumento della quota condominiale del 30%.I condomini che hanno votato contro l'abolizione dell'articolo e la nomina di un amministratore esterno cosa possono fare?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )
Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
16/01/2006 16:30:45
Direi che un tale articolo, che prevede una obbligazione personale, Ŕ valido solo fra chi lo sottoscrive (quindi non se nel fratempo sono subentrati nuovi cond˛mini) e dovrebbe decadere quando anche uno solo "cambia idea".
Se non volete pagare di pi¨ potete solo NON dimettervi!

Rispondi


IGLIERI

Utente avanzato
41 interventi
16/01/2006 17:41:09
la norma del regolamento che prevedeva l' amministratore interno pu˛ essere modificata con delibera regolamentare ex 1136 2░ comma cod.civ., cosa che Ŕ avvenuta nel momento in cui l' assemblea, con la maggioranza di cui sopra, ha nominato l' amministratore esterno: in queste condizioni i dissenzienti non possono altro che attenersi alla delibera

Rispondi


claistron

Staff
10089 interventi
16/01/2006 19:29:47
Buongiorno GiulioPaolo

Non hai specificato con quale maggioranza Ŕ stato modificato l'art. del regolamento in questione, Ŕ importante saperlo per controllare la validitÓ della votazione.

Naturalmente anche un articolo del Regolamento contrattuale pu˛ essere modificato a maggioranza:

http://www.condomini.altervista.org/ModifRegolContratt.htm

Saluti

Rispondi

Anonimo
Utente non registrato
(0 risposte nel forum)
16/01/2006 21:31:13
Grazie per le vostre risposte,il regolamento Ŕ stato modificato con una maggioranza di mm510.Un mio amico notaio dice che per abolire un articolo dal regolamento contrattuale occorre l'unanimitÓ ed una volta compilato il verbale, con le firme di tutti i condomini,questo deve essere depositato all'ufficio del registro.Alto chiarimento in tutti gli atti di acquisto delle varie unitÓ immmobiliari Ŕ fatto riferimento al regolamento contrattuale.

Rispondi


IGLIERI

Utente avanzato
41 interventi
16/01/2006 21:56:54
ti ribadisco che la norma in questione Ŕ modificabile a maggioranza(ex 1136 2░ comma);pertanto, nel caso di specie, i 510 millesimi+la maggioranza degli intervenuti in assemblea sono sufficienti.
Saluti

Rispondi


claistron

Staff
10089 interventi
16/01/2006 22:08:12
Buongiorno GiulioPaolo

Se hai letto nel Link che ti ho proposto sopra avrai notato che non tutti gli articoli di un regolamento contrattuale devono essere modificati all'unanimitÓ.

Non fidarti ad occhi chiusi di coloro che ti offrono pareri personali non suffragati da riferimenti precisi, infatti poi quando si va dal giudice, egli decide come hai potuto leggere sopra.

La modifica al regolamento approvata con la maggioranza da te citata non va a incidere sulle singole proprietÓ dei condˇmini ne sulla quantificazione della partecipazione alle spese da parte del valore millesimale delle singole unitÓ immobiliari; io ritengo (confortato dalle Sentenze) che una deliberazione raggiunta con la maggioranza di 501 millesimi sia perfettamente legittima.

Sono anche convinto (questo risolve tutti i problemi) che nessuno possa imporre a qualcun'altro di fare una "professione" che comporta oneri e responsabilitÓ se non Ŕ in grado di farla, quale Giudice potrebbe obbligarlo?

Sono anche convinto che l'articolo in questione del regolamento contrattuale sia viziato da irregolaritÓ fin dall'origine.

Altre sentenze (oltre a quelle che ti ho citato) confermano quanto ti ho detto.

Daluti

Rispondi


IGLIERI

Utente avanzato
41 interventi
17/01/2006 09:48:27
A completamento di quanto riportato sopra aggiungerei che i 501 millesimi debbano essere accompagnati dalla maggioranza degli intervenuti in assemblea.
saluti

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
amministratore dimissionario - attivitÓ straordinarie
condominio senza amministratore ad insaputa dei cond˛mini
fatturazione elettronica - obblighi per l'amministratore
amministratore di condominio e proprietario di maggioranza
"catturato" da un nuovo condominio
l'amministratore non ci fornisce i verbali pregressi
amministratore inadempiente
amministratore senza contratto
amministratore e preventivi
assemblea andata deserta per nomina nuovo amministratore
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading