Discussione: possibilità di distaccamento dalla caldaia centralizzata

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

ghibly
Utente registrato
23/10/2010
23:24:05
Mio padre fin dal 2007 ha lasciato vuoto il suo appartamento condominiale per motivi di salute, dovendosi trasferire in un istituto di cura.
A tal proposito abbiamo ottenuto la revoca dell'abbonamento televisivo, il dimostrato consumo zero del gas uso cucina ed elettricità domestica ecc.
Quindi l'appartamento è da allora non utilizzato da nessumo, ma siamo obbligati comunque a pagare le spese di riscaldamento annuale di circa 1.400 euro.
DOMANDA:
-c'è possibilità di potersi distaccare dall'impianto di riscaldamento centralizzato;
-in base a quale normativa e/o pronunce giurisprudenziali;
-occorre avere il consenso dell' assemblea condominiale.

Grazie !



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10191 interventi
24/10/2010 07:53:13
Ne ho parlato talmente tante volte nel forum, basterebbe usare il tasto "cerca" ......

Anche colui che si distacca dall'impianto centralizzato dovrà partecipare alle spese ordinarie per circa il 30%, infatti l'impianto è dimensionato anche per il suo appartamento.
Dovrà partecipare anche a "tutte" le spese straordinarie (manutenzione, guasti, controlli obbligatori, ecc.).

Come al "solito" trovi tutto ciò che ti serve al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/ImpiantoCentralizzato.htm

http://www.condomini.altervista.org/RiscaldamentoDistacco.htm

Troverai le sentenze di Cassazione che potrai far valere a tuo favore.

Rispondi


claistron

Staff
10191 interventi
24/10/2010 07:54:25
Ne ho parlato talmente tante volte nel forum, basterebbe usare il tasto "cerca" ......

Anche colui che si distacca dall'impianto centralizzato dovrà partecipare alle spese ordinarie per circa il 30%, infatti l'impianto è dimensionato anche per il suo appartamento.
Dovrà partecipare anche a "tutte" le spese straordinarie (manutenzione, guasti, controlli obbligatori, ecc.).

Come al "solito" trovi tutto ciò che ti serve al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/ImpiantoCentralizzato.htm

http://www.condomini.altervista.org/RiscaldamentoDistacco.htm

Troverai le sentenze di Cassazione che potrai far valere a tuo favore.

Rispondi


ghibly

Utente semplice
3 interventi
27/10/2010 23:10:01
Ringrazio della Sua cortese e competente parere !

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
impossibilità convocazione assemblee per approvazione bilancio
problemi causati dalla canna fumaria
caldaia e stendibiancheria in giardino privato
soppressione caldaia condominiale
restituzione somme elargite dalla compagnia di assicurazione
caldaia in condominio
possibilità di firmare due contratti allo stesso tempo
mancata sostituzione caldaia vetusta locatore
rottura caldaia, chi risponde?
possibilità di far eseguire la pulizia delle scale ad un condomino residente
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading