Discussione: Costituzione e legalizzazione SuperCondominio

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

rasty28
Utente registrato
07/10/2010
20:41:02
Salve ho un quesito da porvi: da circa 4 mesi sono amministratore di un condominio che fa parte di un Supercondominio composto da 4 palazzi e il quale non è MAI stato costituito e Legalizzato.
Da anni un ristorante e un bar occupano abusivamente gli spazi condominiali senza pagare una lira.
Tra circa 2 mesi il ristorante usucapirà lo spazio in quanto sono passati 19 anni e qualche mese.
Volevo sapere (dato che siamo 5 amministratori formulando una lettera dal legale sottoscritta da tutti noi amministratori) serve per far interrompere la prescrizione? o basta la lettera sottoscritta da un condomino o da un singolo amministratore?
Secondo quesito: come si costituisce e legalizza un supercondominio? si deve andare dal notaio???
Vi sarei grato se poteste indicarmi le modalità in modo tale da non far usucapire lo spazio condominiale abusivamente occupato e soprattutto come una volta per tutte possono essere regolate e ripartite in modo equo le spese attinenti alle parti comuni.

Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione accordatami.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

rasty28

Utente avanzato
15 interventi
07/10/2010 20:53:39
Dimenticavo: e se in caso di "resistenza" dovuta a amicizie varie un amministratore o un solo Condomino possa far richiesta al tribunale per nominarne uno giudiziario.
Grazie

Rispondi


claistron

Staff
9993 interventi
07/10/2010 21:21:07
La prassi per usucapire beni coimuni condominiali è ardua, quasi impossibile!

Leggi al solito link i preziosi riferimenti giurisprudenziali:

http://www.condomini.altervista.org/SentenzeUsucapione.htm

Nel tuo caso è comunque consigliabile inviare immediatamente una raccomandata con ricevuta di ritorno agli interessati diffidandoli dal continuare ad utilizzare in via "esclusiva" parti comuni condominiali in contrasto con l'art. 1102.
Puoi anche avvertirli che proporrai all'assemblea condominiale di verificare se vi siano maggioranze tali da concedere in uso temporaneo e dietro pagamento di un corrispettivo gli spazi in oggetto.

Come sai la nomina e la revoca dell'amministratore "deve" essere deliberata con le maggioranze del 50% e 50%, leggi al solito link:

http://www.condomini.altervista.org/MaggioranzeAssemblee.htm

Il condominio si costituisce "di fatto" quando i proprietari sono almeno due.
Si legalizza durante la prima assemblea condominiale, non è necessario l'intervento di un notaio, immediatamente dopo si richiede il C.F. del condominio.

Tutte le informazioni circa l'amministratore le trovi al solito link:

http://www.condomini.altervista.org/

Infine, la nomina dell'amministratore giudiziario si può richiedere solo se non vi è in carica un amministratore regolarmente nominato.

Rispondi


rasty28

Utente avanzato
15 interventi
08/10/2010 10:02:11
Preziosissimo come sempre.

L'amministratore delle parti comuni non è MAI stato nominato, quindi tale diffida può essere inviata e sottoscritta anche da uno solo degli amministratori del SUPERCONDOMINIO? oppure è meglio che essendo un corpo di 5 palazzi tutti e 5 gli amministratori la sottoscrivano?

Grazie ancora.

Rispondi


claistron

Staff
9993 interventi
08/10/2010 19:29:46
Come ti ho detto, la nomina e la revoca di un amministratore "deve" essere deliberata dall'assemblea condominiale, non certo da "altri amministratori".

Quindi anche la nomina di un "superamministratore" che amministri le parti comuni del supercondominio deve essere deliberata da un'assemblea di tutti i proprietari esistenti nel supercondominio, vi sono precise sentenze in merito (al solito link); in caso contrario la nomina non è valida.

Rifletti un attimo, un superamministratore deve essere retribuito .... chi delibera il compenso? Gli amministratori stessi? Vedi che i conti tornano!

Rispondi


rasty28

Utente avanzato
15 interventi
09/10/2010 09:30:16
Giustissimo, grazie per avermi chiarito la questione.
Diciamo che era il mio più grande incubo...sarà impossibile riunire 100 proprietari per la nomina dell'amministratore per il supercondominio in 2 mesi... ma ci proveremo altrimenti verrà usucapito lo spazio condominiale. Buona giornata

Rispondi


claistron

Staff
9993 interventi
09/10/2010 12:17:41
Il problema dei supercondomini è sempre questo, la mancanza delle presenze dei proprietari nella superassemblea.

È necessario quindi tentare la via delle deleghe.

Rispondi


rasty28

Utente avanzato
15 interventi
23/10/2010 20:24:50
Salve Claistron ho seguito il suo consiglio e ho inviato a tutti gli altri amministratori una raccomandata A/R dove fisso una super assemblea per la nomina dell'amministratore delle parti comuni... intimandogli di presenziare all'assemblea e di informare i proprietari e cercare di farli presenziare o in alternativa di munirsi di deleghe.

Laddove gli amministratori non informassero i condomini e non si presentassero alla assemblea.. io con il verbale della mancata nomina potrei recarmi presso il tribunale e chiederne uno giudiziario?

Rispondi


claistron

Staff
9993 interventi
23/10/2010 22:25:53
Purtroppo non è compito degli amministratori informare i loro condómini e convocarli per la nomina del superamministratore, non sono obbligati dalle norme.

Appare però chiaro ed evidente che sono essi stessi che detengono i nominativi e gli indirizzi di tutti i proprietari.

Di solito, quando appaiono queste necessità, ogni amministratore nella prima assemblea condominiale mette all'ordine del giorno la nomina del superamministratore invitando i singoli proprietari a presenziare alla superassemblea, ovvero a delegare eslicitamente i vari amministratori a decidere in merito.

Ricorda che le maggioranze sono le stesse, quindi tra presenti e delegati bisogna sempre raggiungere 50% e 50%.

Esperite le possibilità senza giungere ad un risultato puoi accedere alla nomina giudiziaria del superamministratore con la procedura della "volontaria giurisdizione", i cui costi naturalmente saranno a carico del proponente (cioè tu!).

...... i condomini sono personalmente legittimati a ricorrere al giudice camerale perché nomini un amministratore giudiziario ex art. 1129 c.c. anche senza il patrocinio di un avvocato in quanto il procedimento camerale rientra nell'ambito della volontaria giurisdizione......

questa ed altre sentenze le trovi al "solito" link:

http://www.condomini.altervista.org/AmministratNominaRevoca.htm

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
gestione aree comuni in assenza del supercondominio.
assemblea, suo spostamento dopo la costituzione
deleghe amministratore in supercondominio
scioglimento condominio e costituzione singole palazzine
tabella millesimale per la costituzione dell'assemblea
case a schiera: obbligo di costituzione del condominio?
supercondominio , sarà mica vero?
assemblea ordinaria supercondominio
condominii autonomi in supercondominio per le parti comuni
obbligo di costituzione supercondominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading