Discussione: Problema: è difficile vendere un immobile se l'intestatario non ha contribuito economicamente all'ac

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

fabiope
Utente registrato
05/10/2010
16:16:38
Un papà acquista un immobile e lo intesta interamente al figlio per avere le agevolazioni derivanti dall'acquisto prima casa.
Il figlio non contribusce in nessun modo al pagamento dell'immobile.

Passano 15 anni... può il papà opporsi alla decisione del figlio di vendere l'immobile semplicemente dimostrando che tutto lo sforzo economico per l'acquisto è dipeso da lui stesso, nonostante sull'atto notarile ovviamente compaia solo il nome del figlio?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
9998 interventi
05/10/2010 18:29:36
Certo che si può fare (tentare)!

La causa sarà lunga e .... dolorosa; il padre potrà dimostrare che il figlio non è mai stato in grado di pagare l'immobile, non aveva redditi sufficienti, partimonio adeguato, lasciti, eredità, ecc.

Resta il fatto che se non hai fatto sottoscrivere una scrittura privata al figlio in sede di acquisizione dell'immobile, la procedura sarà comunque piena di ostacoli.



Rispondi


fabiope

Utente semplice
3 interventi
06/10/2010 13:03:07
Grazie per la sollecita risposta.

Mi permetta di insistre su un punto: a mio parere pur configurandosi una "donazione indiretta", il padre non dovrebbe più avere alcun diritto, semmai, una volta deceduto, altri eredi potrebbero contestare la cosa. Ma eredi non ce ne sono.

Se nell'atto di acquisto non c'è un vincolo tipo un usufrutto o altro e nessuna scrittura privata fra le parti, il proprietario non può forse disporre liberamente del bene?

Forse esistono sentenze o cavilli di qualche genere che hanno impugnato un'operazione di questo genere e dei quali io non sono a conoscenza...

Grazie ancora.

Rispondi


claistron

Staff
9998 interventi
06/10/2010 13:45:41
Ti ho fornito un parere suffragato da parecchie sentenze che conservo in archivio.

Ripeto, l'eventuale pretesa da parte del genitore appare ardua da percorrere (anche se non impossibile), ricorda che potrebbero esistere sempre "testimonianze" di accordi verbali che possono essere portate in giudizio.

Rispondi


fabiope

Utente semplice
3 interventi
07/10/2010 12:48:23
Ho ben compreso.
Grazie infinite.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
addebito spese condominiali su immobile acquistato all'asta
processo occupazione senza titolo d'immobile
cambio persona giuridica del propietario dell'immobile
unanimità difficile per ratifica tabelle millesimali
diritti obbligatori immobile e trasmissione ereditaria
curatore fallimentare di una quota di un immobile con più proprietari deve ricevere la convocazione
vendita all asta immobile per disaccordo eredi
aggiudicatario immobile asta fallimentare e pagamento interessi di mora su spese condominiali
tenda di negozio caduta per il vento. proprietario immobile responsabile?
acquisto di nuovo immobile
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading